Home / Sport Strillit / CROTONE CALCIO / Crotone, Vrenna: “Nicola rimane, colpe di tutti”. Per il futuro si bussa alla Juve

Crotone, Vrenna: “Nicola rimane, colpe di tutti”. Per il futuro si bussa alla Juve

 

Sospeso tra presente e futuro. Il Crotone appare in una terra di mezzo, con un finale di campionato che (salvo sterzate improvvise) sembra accompagnare verso il ritorno in B, e un futuro da iniziare a progettare. Dopo la sconfitta interna con il Cagliari che ha dato la mazzata forse decisiva, Nicola ha visto traballare la propria panchina.

Il presidente del club calabrese, Raffaele Vrenna, ha chiarito come non ci saranno cambi sino al termine del campionato e diviso le responsabilità in parti uguali: “La sconfitta con il Cagliari è stata un peccato, si è parlato di questo discorso dell’esonero di mister Nicola, che resterà fino alla fine del campionato. Io l’ho voluto dall’inizio e lo voglio fino alla fine. Non è da addebitare in toto a Nicola una posizione del genere in classifica, ma anche alla scelta di alcuni giocatori. La responsabilità è divisa al 33% tra club, tecnico e giocatori”.

‘Vedremo di programmare qualcosa anche per il futuro’, queste parole di Vrenna fanno capire come il club pitagorico stia già pensando al prossimo campionato, da affrontare con entusiasmo per non rischiare contraccolpi psicologici. Circolano i primi nomi per la panchina, se è vero infatti che Nicola rimarrà sino al termine del campionato, non ci sono dubbi sulla separazione a fine stagione. Tra i papabili rispunta Fabio Grosso, già vicino al Crotone la scorsa estate. L’ex terzino, dopo 3 anni alla guida della Primavera bianconera, con ogni probabilità inizierà la sua carriera nei club professionisti e potrebbe farlo proprio dalla Calabria.