Home / Sport Strillit / CROTONE CALCIO / Crotone, Ferrari: “Salvezza, tutti è possibile. Decisivi gli scontri diretti”

Crotone, Ferrari: “Salvezza, tutti è possibile. Decisivi gli scontri diretti”

Seconda seduta settimanale per il Crotone in vista della gara interna contro il Bologna, anticipo della 20ª giornata della Serie A Tim in programma sabato prossimo alle ore 18 allo Scida.

Allenamento pomeridiano sul Park Jonio di Steccato di Cutro per i ragazzi di mister Nicola. Il menu odierno ha previsto, dopo il riscaldamento, possessi palla e una serie di partitine. Non hanno preso parte alla sessione Mesbah, impegnato con la sua Algeria in Coppa d’Africa, e Tonev, alle prese con la riabilitazione dopo l’intervento chirurgico subito al ginocchio.

Per domani è in programma un nuovo allenamento, questa volta al mattino.

“Contro la Lazio abbiamo disputato una buona gara – ha dichiarato Ferrari ai microfoni del sito ufficiale– chiaramente la Lazio ha avuto un dominio maggiore nel gioco. Ma del resto giocavamo all’Olimpico contro una grande squadra, e ci può stare. Avevamo tenuto botta costruendo anche le nostre buone occasioni, peccato per l’ennesimo gol subito nel finale, che ci ha impedito di portare a casa un pareggio che sarebbe stato pesante per noi”.

Pitagorici attesi dalla sfida con il Bologna, solo i tre punti possono dare la speranza di credere nella salvezza. “Quella di sabato contro il Bologna sarà una partita determinante per noi e dovremo interpretarla nel modo giusto. Loro hanno perso domenica con la Juve e penso proprio che verranno allo Scida per fare risultato. Ma noi abbiamo un forte bisogno di ottenere il massimo della posta in palio, perchè se vogliamo credere ancora alla salvezza dobbiamo assolutamente vincere. Speriamo -confida il difensore pitagorico- avvenga per merito nostro ma anche con l’aiuto anche dei nostri tifosi di raggiungere l’obiettivo”.

La vittoria dell’Empoli ha complicato i piani salvezza, il Crotone però non vuole mollare la presa e crede ancora nella permanenza in serie A. “Il distacco è ampio, ma c’è tutto un girone di ritorno da affrontare, e gli scontro diretti che ci attendono dobbiamo interpretarli nel modo giusto. Alla fine di questo ciclo vedremo a che punto saremo e valuteremo la situazione”.