Home / Sport Strillit / CROTONE CALCIO / Crotone: la volontà non basta, troppi errori. Il Napoli passa allo Scida in dieci (2-1)

Crotone: la volontà non basta, troppi errori. Il Napoli passa allo Scida in dieci (2-1)

Un punto in nove partite.  Non guardare la classifica e  i numeri è dura per il Crotone anche dopo una buona prestazione come quella offerta contro il Napoli che è valsa gli applausi dello Scida a fine partita.

Ma chi è causa del suo mal pianga se stesso, perchè la squadra di Nicola ha commesso troppi errori dandosi in pasto ad un Napoli apparso non irresistibile e che, anzi, aveva provato ad agevolare la vita dei calabresi per via di un ingenuità costata il rosso a Gabbiadini dopo mezz’ora di gioco.

Troppi errori difensivi, troppe occasioni sprecate. Chi sbaglia paga e il Crotone ha pagato con il ko contro un avversario reduce da tre vittorie consecutive.

Troppo Napoli, troppo poco Crotone. Può essere riassunto così il primo tempo della sfida tra i pitagorici e gli azzurri di Sarri che, per lunghi tratti della prima frazione, tengono il pallone senza farlo vedere agli avversari e con certosina pazienza provano a trovare varchi nella fase difensiva calabrese.

E non serve neanche troppo sforzo perchè gli errori in uscita e i lisci non mancano a facilitare la vita agli avanti partenopei.
Serve il miglior Cordaz per neutralizzare d’istinto una conclusione a botta sicura di Gabbiadini che fa gridarea al gol i mille sosteitori campani giunti in Calabria.
Il portiere rossoblu non può invece nulla su un tentativo di Callejon che, in qualche modo, trova la via per risolvere una mischia in proprio favore e portare avanti i suoi.

La squadra sembra capirci poco anche sotto il profilo tattico dato che i movimenti di Hamsik tra le linee risultano indigesti ai padroni di casa che non trovano le misure.

A riportare il Crotone in partita ci prova Gabbiadini che scalcia Ferrari da terra e rimedia un rosso che lascia il Napoli in inferiorità numerica per un’ora di gioco.

E’ solo un’illusione perchè trenta secondi dopo Maksimovic sfrutta l’ennesima disattenzione difensiva (Cordaz compreso) per trasformare in rete un’azione da corner.

E’ il 33′ ed già notte fonda.

Al 43′ altro miracolo di Cordaz .

Al 66′ Simmy ha la palla per riaprire il match ma fallisce il punto che avrebbe riaperto la contesa, poi a un quarto d’ora dal novantesimo un gran giocata di Falcinelli su Koulibally  si conclude con la conclusione dell’attaccante e una superparata di Reina, impressionante per reattività nel deviare la conclusione rasoterra.

Il Crotone, però, non molla e all’89’ accorcia le distanze: Rosi, in mischia, riaccende le speranze ma è troppo tardi.