Home / Sport Strillit / CROTONE CALCIO / Crotone – Stadio Scida, storia infinita. La Soprintendenza: prescrizioni non rispettate

Crotone – Stadio Scida, storia infinita. La Soprintendenza: prescrizioni non rispettate

Non rispettate le prescrizioni archeologiche, allo stadio Ezio Scida di Crotone e quindi a dieci giorni esatti dalla gara con il Napoli, bisogna eliminare alcune parti di cemento e bitume utilizzate per la sistemazione del piazzale della curva sud. Lo ha scritto il soprintendente archeologico della Calabria, Mario Pagano, al Comune di Crotone in una lettera dell’11 ottobre 2016 nella quale rileva che in alcuni ambiti di cantiere non sono state rispettate le prescrizioni impartite il 19 luglio scorso che riguardavano il divieto di utilizzo di cemento e bitume per ampliare le aree esterne. Sotto accusa il bitume e il cemento utilizzati per la sistemazione del piazzale della Curva sud.

Il soprintendente Mario Pagano intima “il rispetto delle prescrizioni” e “l’immediata eliminazione, sotto vigilanza del personale della Soprintendenza delle parti in conglomerato bituminoso o cementizio per quanto riguarda le superfici eccedenti rispetto a quelle esistenti prima dell’inizio dei lavori”.
fonte: ilcrotonese.it