Home / Sport Strillit / CROTONE CALCIO / Crotone, va migliorato tutto, ma il calendario non aiuta. 23 ottobre vicino

Crotone, va migliorato tutto, ma il calendario non aiuta. 23 ottobre vicino

Cambiare marcia, invertire la rotta. Quante volte lo si è detto in questo avvio di stagione per il Crotone? Tante, tantissime. I rossoblu rimangono l’unica formazione del massimo campionato a non aver ancora conosciuto la vittoria e guardano tutti dal basso nel contesto di una classifica che vede i pitagorici malinconicamente all’ultimo posto con un solo punto conquistato. Tutti si aspettavano una stagione difficile, complicata, diversa, nessuno però immaginava un percorso così difficoltoso e soprattutto un bottino così misero. La sosta potrebbe agevolare il miglioramento di alcuni aspetti negativi che la squadra ha mostrato in queste prime giornate. Per esempio una fase difensiva molto discutibile inchiodata anche dai numeri che relegano Dos Santos e soci in cima alle squadre più battute del torneo. Ed anche se l’attacco non risulta come il peggiore in assoluto, certo non si può essere contenti di quanto fatto fino ad oggi. Ci sono state giornate in cui la squadra ha mostrato carenze e poca cattiveria agonistica, ma anche tante altre in cui si è prodotta una mole importante di occasioni da rete, senza mai riuscire a sfruttarle. E’ la fase offensiva nella sua interezza che va migliorata, o la qualità delle conclusioni dei vari protagonisti? Probabilmente l’una e l’altra, di sicuro questo tipo di andamento oggi sta producendo poco o nulla e porta dritto alla retrocessione, spetta al tecnico Nicola trovare le soluzioni migliori per venirne fuori. Dopo la pausa il Crotone renderà visita al Sassuolo, poi la gara interna contro il Napoli che tutto lascia pensare si possa finalmente giocare allo Scida. Nel momento di assoluta necessità di riscatto, diciamo che il calendario non aiuta.