Home / Sport Strillit / CROTONE CALCIO / Crotone, ma questi erano tutti inutili per il progetto?

Crotone, ma questi erano tutti inutili per il progetto?

Il calcio, soprattutto quelle parlato, ha delle regole non scritte.
Quando le cose vanno male tendono ad avere ragione quelli che non scelgono e quelli che non vanno in campo.
Il calcio è strano perchè anche una società apparentemente infallibile come il Crotone si sta rivelando “poco pronta” alla Serie A.
Quel che è stato fatto dal sodalizio rossoblu negli ultimi quattro lustri è qualcosa di incredibile, ma salire alle cronache nazionali come la peggiore matricola della storia (cosa certa fino ad ora) è un dato che si vuole tenere lontano.
Ma, con la pausa, è il momento anche di fare qualche passo indietro.
Il Crotone ha puntato sempre forte sui giovani e sulla loro valorizzazione.
Ma negli anni non è mai mancato uno sguardo ai calciatori d’esperienza, apparentemente finiti, ma che in Calabria hanno ritrovato una seconda giovinezza.
E, in questo mercato estivo, non sono mancati i calciatori esperti proposti ai pitagorici.
Sarebbe, infatti, stata una precisa scelta di Nicola (si tratta di indiscrezioni, quindi non certe) quella di non voler, ad esempio, David Pizarro.
37 anni e una vita in Serie A con la maglie di Udinese, Roma, Inter e Fiorentina.
Solo un anno fa vinceva la Coppa America col suo Cile e nell’ultima stagione ha giocato in patria con il Wanderers.
Non avrà la brillantezza dei giorni migliori, ma più che per il suo dinamismo si è fatto valere per le sue geometrie. Il Pescara, ad esempio, avrebbe voluto portarlo in Abruzzo.
Chi, invece, sarebbe stato nel pieno della maturità era l’ex juventino Mohammed Momo Sissoko. Il trentunenne, che pochi giorni fa si è trasferito in India non sarebbe stato considerato un giocatore che poteva fare al caso del Crotone, forse anche per ragioni d’ingaggio.
Non gli mancava certo l’esperienza, ma a pesare nel giudizio sarà stato l’ultimo anno trascorso in Cina.
Per l’attacco, invece, si era offerto Amauri. L’italo-brasiliano reduce da un’esperienza negli Usa si è offerto ai calabresi senza ricevere una risposta positiva.
Visti i risultati, l’interrogativo è d’obbligo: erano tutti inutili ?
Ma si sa gli assenti ahnno sempre ragione.