Home / Sport Strillit / CROTONE CALCIO / Crotone, gioco e meccanismi da rivedere, ma anche tanta voglia di riscatto

Crotone, gioco e meccanismi da rivedere, ma anche tanta voglia di riscatto

Brucia la terza sconfitta in campionato. La seconda maturata contro una diretta concorrente e questo si spera non incida sul proseguo della stagione, pensando di dover ancora affrontare tutte le grandi. E dietro l’angolo un’altra partita da giocarsi contro una formazione in difficoltà come il Palermo, reduce dalla pesante sconfitta interna con il Napoli. Nicola accelera i tempi, il gruppo che sta provando a mettere in piedi ha tanti volti nuovi e non è semplice compattarlo in un breve periodo. Da Empoli si prendono indicazioni di vario tipo. Qualche momento della partita giocato a buoni livelli, molti altri in cui si è aspettato troppo l’avversario e le sue giocate. Il Crotone ha dimostrato che un piglio ed un atteggiamento diversi, possono renderlo maggiormente pericoloso, ma nell’area di rigore avversaria bisogna arrivarci con più cattiveria e convinzione. Pur prendendo in considerazione che la seconda rete dei toscani era nettamente viziata da posizione irregolare di Costa, altro punto su cui il tecnico dovrà insistere è il posizionamento su palle inattive. Due reti nella stessa partita sono troppe, movimenti ed attenzione su ogni giocata, faranno in futuro la differenza. In attesa che in attacco i tre uomini di grande qualità come Palladino, Falcinelli e Trotta mettano a regime i meccanismi di intesa, fermo restando che sulle giocate individuali hanno fatto vedere già buone cose. La squadra ha voglia di tornare subito in campo ed attende trepidante la sfida con i rosanero. Sul terreno di gioco di località Margherita, si è giocato un test amichevole contro la Primavera, protagonisti i calciatori che non hanno giocato con l’Empoli o che hanno giocato solo una parte di gara; lavoro defaticante invece per chi è sceso in campo al Castellani.

Otto le reti messe a segno: in evidenza Trotta, autore di un poker, doppietta per Simy e un gol a testa per Stoian e De Giorgio.