Home / Sport Strillit / CROTONE CALCIO / Calcio – Crotone, la volontà in serie A non basta. Terzo ko consecutivo

Calcio – Crotone, la volontà in serie A non basta. Terzo ko consecutivo

Così non va. Doveva essere la partita del riscatto, quella da non perdere, trattandosi di scontro con una diretta concorrente. Il Crotone, invece, ha conosciuto la terza sconfitta consecutiva, rimanendo inchiodato a quota zero e unica formazione a non aver conosciuto la gioia di qualche punto conquistato. Non è servito a molto neppure l’arrivo dei nuovi, la squadra ha giocato d’attesa per tutta la prima frazione, ha subìto il possesso dell’Empoli, si è proposta con rara intensità in fase offensiva. Ha perso l’incontro su due palle inattive, aveva trovato il pareggio quasi in maniera causale ed inaspettata. Nulla può essere rimproverato sul piano della volontà, ma per un campionato difficile e tecnico come quello di serie A, evidentemente serve altro. PRIMO TEMPO – Partiamo dagli ultimi secondi, quando sull’unico ingresso in area di rigore da parte del Crotone, è arrivato il gol di Sampirisi importante per chiudere la prima frazione di gioco in parità. Il resto era stato tutta a vantaggio di un Empoli più organizzato sul piano della manovra e dell’aggressività. Iniziativa sempre e costantemente condotta dai padroni di casa, meritatamente sull’1-0 al trentesimo minuto, grazie alla prima rete in serie A del calabrese di Trebisacce Bellusci. Uno stacco imperioso su palla inattiva con la retroguardia rossoblu rimasta a guardare. Non è stato convincente l’atteggiamento assunto dal Crotone nell’approccio e nello svolgimento dei primi quarantacinque minuti. Si è atteso l’Empoli abbassandosi molto, si è espresso molto poco sulle corsie esterne.

SECONDO TEMPO – Galvanizzato da un pareggio inaspettato, il Crotone parte bene nella seconda e va vicinissimo addirittura al gol del 2-1 con una grande giocata di Palladino che, dopo una conclusione alla sua maniera, a giro sul palo più lontano, sfiora il montante. Una illusione, perché ancora una palla inattiva, ancora un difensore, Andrea Costa, puniscono Cordaz, per il vantaggio dei toscani.  Al minuto 35 Dussenne saluta il campo per doppia ammonizione, lasciando i compagni di squadra in dieci, nel momento in cui c’erano da forzare tempi e giocate alla ricerca del pari. Non è stato complicato per Saponara e soci gestire il prezioso risultato, riuscendo pure a rendere praticamente impenetrabile la propria area di rigore. Nello scontro tra le due formazioni ferme al palo, alla terza giornata, quindi, è l’Empoli a staccarsi, al Crotone l’amarezza dell’ennesima battuta d’arresto e la consapevolezza che adesso la scalata si fa decisamente più dura.