Home / Sport Strillit / CROTONE CALCIO / Falcomatà aiuta il Crotone, dal 18 settembre pitagorici non giocheranno più a Pescara

Falcomatà aiuta il Crotone, dal 18 settembre pitagorici non giocheranno più a Pescara

E’ risaputo che il Crotone giocherà la sua prima partita casalinga a Pescara. Lo Scida non sarà pronto per accogliere la Serie A ed il Genoa di Juric.

Ma nella città pitagorica c’è la certezza che la squadra potrà disputare la seconda partita tra le mura amiche.

E’ quanto emerso e rivelato dalla Gazzetta del Sud dopo l’ennesimo tavolo tecnico relativo alla questione stadio.

Nel pomeriggio di ieri, infatti, sono state aperte le buste per la gara d’appalto relative ai tornelli.

Esiste, però, un piano B e per il quale Crotone deve dire grazie al Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà.

L’assessore allo sport del Comune di Croton Frisenda e rivela: “Abbiamo un piano B, grazie alla disponibilità del primo cittadino reggino.  C’è stata, infatti, la possibilità di utilizzare i tornelli del Granillo per far si che la quarta giornata si giochi regolarmente allo stadio Ezio Scida”.