Home / Sport Strillit / CROTONE CALCIO / Crotone, Nicola: ‘Siamo una perla, e credo nella salvezza’

Crotone, Nicola: ‘Siamo una perla, e credo nella salvezza’

“Il mio entusiasmo è alle stelle. Questa di Crotone è una specie di perla, una realtà consolidata con professionisti molto competenti. Mi è bastato pochissimo per decidere di venire qui, è una chimica che scatta e che ti porta a non farti troppe domande. Sono affamato, ambizioso ma anche realista, so che posso e devo crescere, e credo che questo sia il contesto giusto. Qui tanti giocatori e allenatori hanno potuto valorizzarsi ed esprimere le loro qualità. So che qui avrò il supporto per esprimere il mio calcio, le mie idee, e sono qui per dare tutto quello che posso”.
Davide Nicola si presenta sicuro e carico davanti ai microfoni, il nuovo tecnico del Crotone vuole vivere al massimo quello che sarà il primo storico campionato dei pitagorici nella massima serie. L’obiettivo, manco a dirsi, è mantenere a categoria: “Rimanere in serie A non è semplice, sarebbe una favola. Ma mi piace credere nelle favole e so che crederci può aiutare a farle avverare. La Serie A è difficilissima, e il primo anno è lo scoglio più duro, ma con passione ed entusiasmo sicuramente si parte avvantaggiati. E qui ci sono”, assicura l’ex tecnico del Livorno.
“Davide Nicola è stato la nostra prima scelta. Ci siamo ‘fidanzati’ dopo dieci minuti di colloquio e speriamo che il matrimonio sia molto lungo. Lo abbiamo scelto perché lui insegna calcio”, affermano in modo convinto i fratelli Vrenna. Sul calciomercato, Nicola dichiara di avere piena fiducia sul d.s. Ursino: “Lo stimo moltissimo. Il confronto con lui è quotidiano, perché mi piace offrire il mio parere quando conosco la situazione, ma di lui mi fido appieno. Gianmarco Ferrari è incedibile”.
E’ ancora presto per parlare di modi dettagliati di schemi e moduli, Nicola però fa capire quale sarà la traccia sulla quale creerà il prossimo Crotone: “Le idee sono importanti, ma l’elasticità mentale per un allenatore è la dote più importante di tutte. Il modulo è importante per dare certezze ai giocatori. L’idea è quella di proseguire con il modo di giocare col quale il Crotone ha vinto il campionato. Intanto mi aspetto che i calciatori che hanno conquistato la promozione siano fortemente motivati”.