Home / Sport Strillit / CROTONE CALCIO / Condipodero: “Crotone in serie A è qualcosa di magico”

Condipodero: “Crotone in serie A è qualcosa di magico”

“Lo sport a Crotone ha radici profonde e che arrivano da molto lontano. Milone di Crotone fu il più celebre lottatore greco antico. Unitamente agli allori olimpici Milone fu il condottiero che permise a Crotone di sconfiggere il potente esercito della città rivale di Sibari nel 510 a.C. È vincitore per 7 volte alle Olimpiadi”.
Sceglie le note storiche il presidente del Coni Calabria Maurizio Condipodero per celebrare l’arrivo del Crotone in Serie A. Una civiltà antica che anche in nome dello sport ha saputo valersi nell’antichità e spera di farlo nel futuro del calcio.

“Crotone – prosegue Condipodero – protagonista con i suoi tedofori che percorsero il primo tragitto della Fiaccola Olimpica destinata alla città di Roma per i Giochi Olimpici del 1960. La città di Pitagora nella sua lunga storia è più volte balzata agli onori della cronaca per una serie di successi ottenuti in ambito sportivo ed oggi, a coronamento di un percorso straordinario realizzato dalla squadra di calcio saggiamente e sapientemente guidata da un grande tecnico come mister Juric, entra di diritto nella storia. La promozione in serie A del Crotone è la vittoria della Calabria, il riscatto di una terra che negli anni passati con Catanzaro prima e Reggina dopo, aveva già portato il nome della nostra regione con forza ed orgoglio nell’olimpo del calcio. La promozione in serie A – conclude Condipodero – del Crotone rappresenta qualcosa di magico ed ancor più entusiasmante perchè inaspettata. E’ la dimostrazione di come la forza di gruppo, l’entusiasmo, la compattezza, la competenza, possono portare alla conquista di traguardi impensabili.