Home / Sport Strillit / CROTONE CALCIO / Livorno-Crotone 1-0. I rossoblu dominano e sprecano. Due legni nel finale
massimo drago allenatore crotone

Livorno-Crotone 1-0. I rossoblu dominano e sprecano. Due legni nel finale

Risultato bugiardo al Picchi dove il Crotone esce sconfitto per 1 a 0 dal Livorno e per quanto si è visto in campo, gli squali avrebbero meritato almeno il pari. Drago cambia tre giocatori rispetto al match contro il Vicenza inserendo Martella, Suciu e De Giorgio per Balasa, Minotti e Oduamadi. Gautieri schiera in avanti l’ex Vantaggiato. Prima frazione completamente di marca ospite che schiacciano gli avversari nella propria area e creano tantissime occasioni ma il Livorno riesce a salvarsi. La prima chance della partita per gli squali arriva già dopo 6′: cross di Martella dalla sinistra, Beleck appoggia per De Giorgio e sinistro che va di poco al lato. Al 10′ i pitagorici sfiorano il vantaggio con tre tiri nella stessa azione: prima è De Giorgio da fuori a chiamare all’intervento Mazzoni, sulla respinta si avventa Dezi ma si oppone ancora Mazzoni ed infine è di nuovo De Giorgio a calciare ma la palla sfiora l’incrocio e va fuori. Crotone padrone del campo, e dopo un colpo di testa dal limite di De Giorgio che finisce alto, ci prova con una punizione di Ciano dalla grande distanza, salva con i pugni il risultato Mazzoni. La squadra di Drago domina e concede agli avversari solo un tiro da fuori con Jelenic, bravo Secco a respingere la conclusione. Poi ancora i rossoblù, oggi in maglia bianca da trasferta: De Giorgio innesca Dezi, sponda per Ciano e bolide del numero 28 sul quale si oppone ancora Mazzoni in corner. Al 35′ vicinissimi al gol per l’ennesima volta gli ospiti, questa volta con Suciu, ma il suo tentativo di testa a botta sicura va di pochissimo al lato. L’ultima emozione del primo tempo la regalano ancori gli squali con il cross di Ciano per l’inserimento di Dezi, palla alta.

Subito un cambio in avvio di ripresa per gli amaranto con Gautieri che cambia modulo inserendo Galabinov per Belingheri. Dopo 3 minuti è Claiton che salva sul tiro di Siligardi mandando in angolo. Al 55′ spettacolare rovesciata di Vantaggiato che si stampa sul palo ma Secco era sulla traiettoria. Al 62’ i toscani passano con Bernardini: sugli sviluppi di un corner dalla sinistra Biagianti colpisce il palo e sulla ribattuta il difensore di casa mette in rete l’uno a zero. Drago cambia e manda in campo Torregrossa e Oduamadi per De Giorgio e Suciu e proprio i due neo entrati collezionano subito una palla gol con il colpo di testa dell’attaccante siciliano neutralizzato da Mazzoni. Gli squali meriterebbero almeno il pari e ci vanno vicinissimi con il colpo di testa di Oduamadi pescato dal sinistro di Ciano, palla di poco fuori. Al minuto numero 81 si ci mette anche la sfortuna con il doppio palo colpito dai pitagorici: Ciano colpisce il legno direttamente dalla bandierina, sulla ribattuta Beleck prende anche il palo e poi sul tentativo di Torregrossa è Mosquera a salvare il risultato. Nei minuti finali Drago gioca anche la carta Ricci ma la palla non vuole entrare. Ci prova Martella per ben due volte con il sinistro, sfera che va fuori. Nei minuti di recupero è Ricci che potrebbe firmare il suo primo gol in Serie B su invito dalla sinistra di Oduamadi, colpo di testa che termina di un soffio alto sulla traversa.