Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Calcio – Cosenza, Saracco: ‘Attenzione a non confondere l’entusiasmo con l’appagamento’

Calcio – Cosenza, Saracco: ‘Attenzione a non confondere l’entusiasmo con l’appagamento’

La vittoria con il Bisceglie come gara del rilancio, si spera questa volta definitivo. Il clima in casa Cosenza è più sereno anche se il tecnico Braglia pretende dai suoi sempre la massima attenzione, visto il percorso ancora lunghissimo da effettuare. E particolarmente difficile a partire dalla prossima gara, quella che i rossoblu giocheranno in posticipo contro l capolista e superfavorita Lecce.

La sorpresa nella scelta dell’undici iniziale

Ne parla l’estremo difensore Saracco: «Quando ho capito di poter giocare sono stato tranquillo, ma è quello che ci siamo detti tutti nello spogliatoio: anche dopo aver preso il gol siamo stati capaci di stare uniti e non disunirci, portando a casa questa gara. Con Pietro ci siamo sempre sostenuti a vicenda, sono convinto che anche lui sia contento per la vittoria: si è ormai instaurato un rapporto di complicità, prima della partita mi ha dato dei consigli su alcuni giocatori avversari con cui aveva giocato contro.

Il desiderio di proseguire lottando sempre

La vittoria col Bisceglie dev’essere un punto di partenza da difendere contro il Lecce, consapevoli della forza dell’avversario e del momento positivo che sta vivendo: dobbiamo stare uniti e portare a casa un risultato positivo. Dobbiamo essere bravi a non confondere l’entusiasmo con l’appagamento, lunedì dovremo scendere in campo consapevoli di poter fare la nostra partita e lottare su ogni pallone come se fosse l’ultimo.

Il Cosenza non merita questa posizione

Nelle due settimane di sosta abbiamo lavorato tanto con mister Braglia, prendendo consapevolezza dell’essere una squadra che non merita queste posizioni. La titolarità? Ogni volta che sono stato chiamato in causa ho dato il 100%, spero di poter dare continuità alle partite giocate, ma credo che comunque un professionista debba sempre farsi trovare pronto ed allenarsi al massimo».

Fonte: ilcosenza.it