Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Il derby – Toscano: ‘La Reggina mi piace. Il Cosenza verrà fuori. Ho il cuore diviso a metà’

Il derby – Toscano: ‘La Reggina mi piace. Il Cosenza verrà fuori. Ho il cuore diviso a metà’

In giro per l’Italia e qualche capatina all’estero per vedere quante più partite possibili, veramente di tutto e di qualsiasi categoria. Oggi Mimmo Toscano, dopo l’ultima esperienza poco fortunata sulla panchina dell’Avellino, cerca di approfondire le proprie conoscenze, aspetta il momento giusto per rientrare, senza fretta:

“Le richieste non sono mancate da diverse società sia di B che di serie C, ma per il momento preferisco aspettare l’occasione che ritengo più funzionale alla mia idea di calcio. Sono stato sei mesi in Inghilterra per studiare il calcio e la lingua, mi piacerebbe poter allenare nella patria del calcio, per ora solo qualche approccio”.

Torniamo in Italia… ti piace questa Reggina?

“Assolutamente si, sta facendo davvero un buon lavoro, senza particolari pressioni e con un gruppo di giovani parecchio interessanti. Maurizi è un amico, ci conosciamo da tanto tempo. Intanto una bravissima persona oltre ad essere molto preparato come tecnico, ha voglia di dimostrare il proprio valore e Reggio Calabria credo sia la piazza giusta per farlo. Come in ogni percorso anche in quello di Maurizi ci sono state diverse difficoltà, ma ambiente e società sono fondamentali e la Reggina secondo me è la piazza giusta per poter esprimere le proprie qualità. Porcino è il giocatore che più mi ha impressionato, come anche De Francesco. Vincere il derby significherebbe aumentare autostima e consapevolezza, ma meglio volare basso, non sarà una partita semplice”.

E su questo avvio disastroso del Cosenza cosa mi dici?

“Sul Cosenza mi sento di dire che sicuramente Fontana non poteva essere l’unico colpevole. Cambiare l’ossatura importante della squadra può essere stato un fattore, fermo restando che nel complesso l’organico è buono e che prima o poi i valori verranno fuori. Braglia è un allenatore esperto, colui che può tirare fuori il meglio da questo gruppo, anche se io avrei dato un po’ di tempo in più a Fontana per lavorare”.

Che partita sarà?

“Sarà una gara spigolosa, molto combattuta. Chi sbaglia per primo rischia di comprometterla, spero comunque sia un bel derby e che la gente si possa divertire. Maurizi ha una sua filosofia di gioco e credo che anche in partite contro avversari quotati va portata avanti, secondo me può farlo anche contro il Cosenza”.

Chi speri possa vincere?

“Ho il cuore diviso a metà. A Reggio sono nato ed alla Reggina cresciuto calcisticamente vincendo pure uno straordinario campionato, a Cosenza son maturato, ho vinto come giocatore ed allenatore e ho deciso di viverci”.

Michele Favano