Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Calcio – Cosenza, prima eliminare paure ed orrori difensivi, poi si pensi al gioco

Calcio – Cosenza, prima eliminare paure ed orrori difensivi, poi si pensi al gioco

Aria pesante in casa Cosenza. Gli arrivi di Trinchera, uomo dei miracoli a Francavilla e quello del tecnico Fontana, protagonista fino ad un certo punto della passata stagione con la Juve Stabia, insieme ad una campagna acquisti che ha portato diversi calciatori di esperienza in rossoblu, non potevano far pensare ad un inizio così disastroso. Le contestazioni ed i fischi a fine gara nei confronti di squadra e società da parte dei pochi presenti, sono un segnale tutt’altro che incoraggiante, rispetto a propositi ben diversi ipotizzati ad inizio stagione. “E’ il momento di parlare poco e lavorare tanto”, questa una delle frasi più significative del DS a fine partita, vedremo se il tempo darà ragione ai responsabili tecnici e soprattutto quanto tempo servirà per arrivare alla svolta. Il pubblico cosentino sa essere caloroso, di sostegno, di grande incitamento, ma è anche esigente ed abbastanza critico. Lo zero in classifica dopo due giornate di campionato preoccupa ed indispettisce, ma solo viaggiando tutti verso un’unica direzione, si potrà venire fuori da una situazione che altrimenti rischia di diventare ancora più seria. A prescindere dalla qualità del gioco che pretende il tecnico Fontana, oggi diventa di fondamentale importanza iniziare a conquistare i primi punti. Per farlo sarà necessario cancellare al più presto le clamorose sbavature di questo inizio stagione che hanno quasi dell’incredibile e che arrivando con una certa regolarità, tolgono serenità al gruppo.