Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Cosenza, Cavallaro: ‘Ora mi sento importante. Serve cattiveria per battere il Melfi’

Cosenza, Cavallaro: ‘Ora mi sento importante. Serve cattiveria per battere il Melfi’

‘Sono delle scelte che si fanno, ogni allenatore ha le proprie idee. Magari per Roselli non ero adatto per il suo tipo di gioco  ma qui nessuno ha il posto fisso. Sono stato messo da parte per tre mesi e ho avuto poca considerazione, adesso è una bella situazione perché avverto la stima di una persona leale che premia quanto si fa in settimana. Sono contento’. Giovanni Cavallaro adesso vuole giocarsi le proprie, l’attaccante del Cosenza è tornato protagonista dopo un lungo periodo di scarsa utilizzazione.

Reduce dalla sconfitta con il Matera, il Cosenza punta a vendicarsi subito nel prossimo turno contro il Melfi. L’esperto attaccante classe ’82 fa capire quale atteggiamento servirà per ottenere i tre punti. ‘Il ko con il Matera brucia tantissimo, siamo stati padroni del campo per 75′. Il più grande dispiacere è stato non aver regalato tre punti alla nostra gente. Melfi è un ambiente rognoso e una squadra fastidiosa. L’anno scorso soffrimmo per 45′. Dobbiamo essere arrabbiati più di sabato scorso e andare a fare punti, cosa che per noi ora è fondamentale’.