Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Vibonese-Catanzaro, comunque vada sarà un peccato. Sarà un play out amaro

Vibonese-Catanzaro, comunque vada sarà un peccato. Sarà un play out amaro

Comunque vada sarà un peccato, anche se in estate dovessero aprirsi ampi spiragli di ripescaggio.  L’epilogo che nessuno avrebbe voluto avrà luogo: allo stadio “Luigi Razza” andrà in scena a quella che assomiglierà ad un domenica di a festa, ma per molti versi assumerà le sembianze di un dramma sportivo.

Vibonese e Catanzaro si giocano la permanenza nel calcio professionistico.  Il calcio d’inizio è fissato per le ore 17 e si apriranno le ostilità di una sfida di ritorno che si annuncia infuocata.

Non sugli spalti dove il popolo vibonese e quello catanzarese rinnoveranno il sentimento di amicizia e stima, ma in campo.

Ci si gioca la sopravvivenza e lo si fa partendo dal 3-2 dall’andata che ha invertito le premesse che accompagnavano questo play out fratricida.

Vincendo il primo round i giallorossi hanno a disposizione due risultati su tre, i rossoblu di Campilongo, invece, possono solo vincere per centrare la salvezza.

Comunque vada sarà un peccato perchè da un lato c’è il Catanzaro, una società che ha una storia che non ha bisogno di presentazione e vederlo sprofondare in Serie D sarebbe un’onta che la Calabria difficilmente potrebbe permettersi.

Dall’altro c’è una Vibonese che, pur da ultimissima, non ha mai mollato, ha avuto la lucidità per stravolgere nella maniera migliore la squadra a gennaio e lo ha fatto con immani sacrifici societari, fatti più che in nome della logica per amore e rispetto verso una tifoseria che nel patron Caffo ripone la massima fiducia.

E si annuncia grande pubblico: da un lato sono stati polverizzati in pochissime ore i 732 biglietti messi a disposizione per il settore ospiti.

Dall’altro Vibo potrebbe rispondere come mai ha fatto nella sua storia.

Sarà un grande spettacolo di tifo.