Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Nel Catanzaro che continua a perdere, c’è comunque un vincitore, vero Daniel?

Nel Catanzaro che continua a perdere, c’è comunque un vincitore, vero Daniel?

Il Catanzaro continua a perdere e sprofondare sempre più nei bassifondi della classifica. Difficile in questo momento pensare ad una risalita, difficile individuare quale possa essere il percorso per venire fuori da una crisi profonda che coinvolge praticamente tutti. Anche a Siracusa si è ceduto ad un avversario che veniva individuato come diretto concorrente alla salvezza, il risultato finale è stato quello di sempre. Ma nonostante tutto, da quella sfida, un vincitore è comunque venuto fuori. E’ Daniel Leone, l’estremo difensore giallorosso, tornato in campo da titolare dopo un lungo periodo in cui, una bruttissima malattia, lo aveva tenuto lontano dal rettangolo di gioco e addirittura con il rischio di non poterci più mettere piede. Ed invece Daniel la sua battaglia è riuscita a vincerla. Da quell’ottobre del 2014, periodo in cui è venuto fuori il male, c’è stato un lungo percorso. L’intervento delicatissimo, la riabilitazione, poi tanta buona volontà, determinazione e desiderio di tornare a giocare al calcio, il suo amore, la sua passione. Ottiene l’ok per il ritorno all’attività dopo diversi mesi, viene ingaggiato dal Latina, non trova però lo spazio per tornare a difendere i pali di una porta. Lo scorso agosto il passaggio al Catanzaro, l’attesa, l’opportunità che gli viene concessa da mister Zavettieri proprio sabato scorso. Nulla ha potuto sulla rete siracusana, sognava probabilmente un ritorno al calcio giocato coincidente con un ritorno al successo del suo Catanzaro. Non è accaduto, ci sarà tempo per rifarsi. Intanto, però, il calcio può raccontare un’altra favola a lieto fine, per il ragazzo napoletano, cresciuto nel settore giovanile della Reggina.