Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Reggina e Catanzaro, sembrava diverso ma la differenza è minima

Reggina e Catanzaro, sembrava diverso ma la differenza è minima

La Reggina si gioca molto, anzi moltissimo domenica pomeriggio. Certamente dal punto di vista tecnico, con Zeman al momento rassicurato dalla società, ma come spesso accade in questi casi, eventualmente non intoccabile in caso di sconfitta. La società si è trincerata dietro il silenzio. Forse la soluzione migliore nel momento in cui quello che conta sono solo i risultati e non le chiacchiere. Ci sarà tempo per quelle, intanto tutti si vogliono concentrare su quella che sarà una sfida delicatissima sotto tutti i punti di vista. A Catanzaro parlano di crisi profonda, hanno cambiato quattro allenatori, hanno effettuato un percorso assolutamente negativo, occupano l’ultimo posto in classifica. Sembrerebbe dalle nostre parti, soprattutto dopo quell’avvio, che la differenza con i giallorossi possa essere notevole. Andando a guardare i numeri ci si accorge, invece, che sono solo tre i punti che separano le due squadre. Di fatto quei tre pareggi in più degli amaranto che per la compagine di Zavettieri sono state tre sconfitte. Entrambe non vincono dallo scorso 9 ottobre e solamente in due circostanze hanno potuto gioire per il risultato pieno. Facile immaginare che, il discorso in apertura fatto per la Reggina, dunque, valga anche per il Catanzaro. Per entrambe è assolutamente proibito perdere.