Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Catanzaro-Reggina: il grande classico. Un derby e una rivalità che non c’è più

Catanzaro-Reggina: il grande classico. Un derby e una rivalità che non c’è più

Se qualcuno avesse raccontato a chi ha vissuto l’inizio degli anni ’70  che oggi le tifoserie di Reggina e Catanzaro avrebbero vissuto quasi in amicizia sarebbe stato preso per folle.

Quella che era una vera e propria rivalità sociale trovava una valvola di sfogo in una gara di campionato che tra le quelle che, seppur cadute in disgrazia, restano le due squadre più blasonate del calcio calabrese.

Dopo l’assegnazione del capoluogo di regione a Catanzaro, per una questione di centralità geografica, le barricate in riva allo Stretto fecero storia.

Le gare del campionato 1970-71 tra i giallorossi e gli amaranto furono addirittura disputate in campo neutro.

Da diversi anni tra le due tifoserie corre buon sangue e nell’ultimo derby giocato al Ceravolo, così come in quello al Granillo, nemmeno l’ombra di un coro contro o di uno sfottò goliardico.

Lo striscione in onore di Massimo Capraro, a cui è dedicato il settore che ospita il cuore del tifo giallorosso, strappò sentitissim applausi da parte di tutti gli spettatori di fede giallorossa.