Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Catanzaro, squadra piatta e soliti errori. Zavettieri il compito sarà durissimo

Catanzaro, squadra piatta e soliti errori. Zavettieri il compito sarà durissimo

Cambio di allenatore e scossone almeno alla prima gara? Assolutamente no. Il Catanzaro che ha già avuto quattro tecnici in questo breve percorso della nuova stagione, non ha reagito neppure stavolta. Ci si aspettava più rabbia, furore agonistico, voglia di rilancio, come solitamente accade ogniqualvolta avviene un cambio in panchina. Anzi, con gli ultimi della classe si è rischiato seriamente di perdere e forse l’unica nota positiva per mister Zavettieri è stata la capacità della squadra di non perdere completamente la testa e riuscire ad acciuffare il pareggio. Sfilano i giocatori prima e dopo ogni gara, parlando cambiamenti sul piano dell’atteggiamento e manifestando il desiderio di voler cambiare marcia, cosa che puntualmente non avviene. Ed allora viene da pensare che non sia solo una questione di volontà, ma di caratteristiche che probabilmente gran parte di questo gruppo non possiede, insieme a grossolani errori individuali che si ripetono con una costanza impressionante. E si torna ovviamente alle responsabilità di chi questo gruppo lo ha costruito e che dopo l’ennesima scelta andata in fumo, vedi esonero di Somma, ha assunto una posizione più defilata, in attesa di capire quelle che saranno le decisioni al suo rientro del presidente Cosentino. Intanto c’è da salvare il salvabile e siccome il percorso è ancora lunghissimo, bisognerà stringere i denti ed arrivare fino a gennaio cercando di raccogliere quanti più punti possibili. Compito affidato ai calciatori e soprattutto al reggino Nunzio Zavettieri. Il tecnico, nonostante altre proposte anche più allettanti, ha accettato la sfida ed è sicuro di poter tirare fuori da questa situazione il Catanzaro. Sono giorni di studio questi per lui, una prima fase costretto a farla in gara di campionato, adesso una settimana a disposizione per approfondire conoscenze e aspetti caratteriali. Il tempo non è moltissimo e lo sa bene, già dalla prossima partita con il Monopoli si attende una sua prima impronta.