Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Preiti: “Tutta colpa mia, ci metto la faccia sempre. Squadra da play off”

Preiti: “Tutta colpa mia, ci metto la faccia sempre. Squadra da play off”

Si può immaginare un percorso difficoltoso dopo numerosi cambi in organico, non si poteva, però, immaginare che dopo sei giornate di campionato le sconfitte arrivassero a cinque, tre delle quali davanti al pubblico di casa e per giunta con due derby molto sentiti come quelli con Cosenza e Messina. Si presenta in sala stampa il DS del Catanzaro Preiti, ci mette la faccia, si assume totale responsabilità per l’attuale momento, non mette in discussione l’allenatore: “Momento difficile ed è giusto che mi presenti a voi. Ci sono delle responsabilità che mi assumo in toto. Il momento non è semplice perdere tre gare su quattro in casa è dura da digerire. Testa bassa e lavorare per provare a rialzarsi, certamente non si molla. Commentare l’aspetto tecnico quando perdi due gare in casa contro formazioni alla portata non è facile, come difficile è spiegare che tu crei e gli altri segnano, nessuno ci domina ma vincono sempre gli altri. Non vorrei entrare nel dettaglio tecnico, ma se l’allenatore decide di fare dei cambi, questa sarà stata la sua valutazione, non vedo grandi difficoltà sul piano del gioco, quanto invece a trovare la via del gol. Ci metto sempre la faccia, spesso nel male piuttosto che nel bene, sono io che ha costruito la squadra, inutile prendersela con l’allenatore che è arrivato da poco, i giocatori ci mettono il massimo dell’impegno, la responsabilità è solo mia. La nostra squadra crea, non credo ci siano limiti tecnici, un mix di sfortuna e di testa. In questo momento gira così, noi produciamo azioni da gol e non segniamo, gli altri al primo tiro trovano la rete. Non cambia nulla anche dopo questa ennesima sconfitta se vi riferite al discorso tecnico, dobbiamo cercare soluzioni all’interno per invertire l’attuale momento. I numeri dicono che le sconfitte sono tante, ma quando hai la convinzione che tutto è migliorabile, bisogna trovare la strada giusta per farlo, non credo che possa essere così per lungo tempo, dovremo essere bravi a trovare le soluzioni per risolvere i problemi. Le squadre vanno rafforzate nei periodi di mercato, prendere giocatori fuori da quel periodo significa prendere calciatori non in condizioni ottimali, le valutazioni su possibili nuovi arrivi le faremo solo a gennaio. Un capitano non abbandona mai la nave, io sono qui a metterci la faccia, i bilanci si fanno alla fine, le responsabilità me le assumo e sarò in grado ed in maniera lucida di fare un’analisi su eventuali mie colpe. Siamo molto attenti su quello che sta accadendo, lavoriamo quotidianamente per migliorare questo Catanzaro, non prenderemo calciatori giusto per il gusto di farlo in un momento di difficoltà, valuteremo da oggi e fino a gennaio quali saranno i punti sui quali si dovrà intervenire. Ho costruito una squadra per raggiungere i play off, dirlo adesso dopo cinque sconfitte può sembrare una assurdità, ma aspettiamo prima di fare valutazioni definitive. Questa squadra spero a breve possa trovare il filone giusto. Le contestazioni fanno parte del gioco. Il tifoso paga il biglietto ed ha diritto di contestare”.