Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Catanzaro, il derby con il Cosenza può cancellare le ultime amarezze ma…

Catanzaro, il derby con il Cosenza può cancellare le ultime amarezze ma…

Una serie di episodi possono radicalmente cambiare umori e sensazioni. Quel Catanzaro di inizio estate con l’arrivo di Preiti ed una sorta di rivoluzione dirigenziale e tecnica, aveva riportato entusiasmo tra la folla giallorossa, ancora una volta speranzosa di poter assistere, finalmente, ad una stagione diversa dalle ultime. Poi l’imponderabile, la rottura con il tecnico Erra, con il quale si era deciso nella passata stagione per un progetto a lungo termine, una campagna acquisti non ancora completata, la squadra affidata al giovane Spader e l’epilogo con l’amara sconfitta in amichevole con il Roccella. Quest’ultima potrebbe significare nulla o tanto, dipende da quale parte la si voglia vedere e con quali prospettive. Oltre al risultato, inaspettato e che ha provocato amarezza, è stata soprattutto la prestazione a preoccupare maggiormente. La squadra è apparsa troppo lontana da una condizione accettabile, sul piano fisico e del gioco. Le assenze in mezzo al campo, con l’aggiunta anche di Carcione, iniziano a farsi sentire, Spader come Erra reclama rinforzi perchè oltre a qualità e quantità, è proprio il numero di calciatori che sulla mediana è evidentemente ridotto. Ci sono degli obiettivi non ancora raggiunti, si spera possa arrivare qualcosa in questi giorni, altrimenti per il tecnico non sarà facile trovare soluzioni. La squadra, intanto, da oggi darà il via alla preparazione in vista derby, la gara più sentita di sempre. Si giocherà al Ceravolo contro il Cosenza e paradossalmente, per spinta emotiva e situazione ambientale, potrebbe essere utile per i giallorossi a sopperire con la grinta a carenze oggi evidenti. Qualora non fosse così, la preoccupazione sarebbe crescente ed i tifosi, in attesa di capire quello che sarà, nel frattempo, proprio perchè quella con il Cosenza è la partita più sentita, chiamano a raccolta la città sportiva. Tutti in vigile attesa, un eventuale passo falso potrebbe creare nuove spaccature.