Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Catanzaro, Preiti: “La piazza merita tanto, ma serve tempo per i grandi traguardi”

Catanzaro, Preiti: “La piazza merita tanto, ma serve tempo per i grandi traguardi”

Si lavora in maniera incessante in casa Catanzaro. Dal momento in cui ha assunto l’incarico, non si è fermato un attimo il DS Preiti, impegnato su più fronti per la riorganizzazione societaria e per la costruzione della nuova squadra. Intervistato dai colleghi di catanzarosport24.it, ecco alcune sue dichiarazioni:

“La riorganizzazione societaria è un aspetto importante dell’attività che sto svolgendo in maniera congiunta con la Vice Presidente Gessica Cosentino. Stiamo mettendo a punto tante piccole iniziative che presto verranno ufficializzate. C’è molto da lavorare per poter raggiungere buoni obiettivi. Ho trovato gente disponibile, che ha voglia di fare e fame di arrivare quanto prima a dei risultati. Si percepisce subito che la piazza si aspetta molto da questa società e io credo che con il giusto impegno si possa arrivare anche a degli ottimi risultati. Tutto l’ambiente deve però tenere a mente che ci vuole del tempo. Programmare non vuol dire stravolgere né confermare. È innegabile che ci sono alcuni elementi che hanno contribuito con impegno nell’arco dell’anno a raggiungere l’obiettivo della salvezza e di loro terremo conto. Soprattutto dei più giovani che possono avere un futuro a Catanzaro. Ma la finalità resta quella di allestire una squadra in grado di figurare bene in un campionato difficile come quello di Lega Pro.
Il tecnico non ha fatto richiesta di alcun giocatore in particolare, ma è d’accordo con me e con la società di formare una rosa che sia ambiziosa.
Il calcio insegna che non sempre con i grandi nomi si vince o si fa bene. Serve la giusta miscela di tante componenti e una di queste è la determinazione e la voglia di lavorare da parte dei calciatori.
Per raggiungere un grande obiettivo c’è bisogno di più forze. Gli investimenti fatti negli ultimi anni dal Presidente Cosentino superano la media per la categoria, e che assumono ancora più significato se si pensa che ha affrontato tutto da solo.
I tifosi non devono pensare che abbiamo la bacchetta magica per realizzare i loro sogni. Allo stesso tempo devono sapere che è cambiato il modo di pensare della società. Ma serve tempo per i grandi traguardi. Catanzaro non merita di rimanere in questa categoria però ci vuole tempo per il salto di categoria. Il primo passo si sta compiendo perché programmare significa avvicinarsi all’obiettivo”.