Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Catanzaro, Agodirin: “Segno per riscattarmi, ma non merito questa maglia”

Catanzaro, Agodirin: “Segno per riscattarmi, ma non merito questa maglia”

Il gol segnato a Ischia non ha cambiato nulla della mia stagione. Ho fatto male male prima ed ora voglio riscattarmi per essere  un po’ più contento di me stesso. “Se il Catanzaro mi proponesse di restare? Per ora non posso dire niente, se non ammettere che non merito questa maglia”. Mai banale, forse troppo duro con se stesso Kolawole Agodirin, attaccante giallorosso che già in passato aveva fatto pesante autocritica per una stagione andata al di sotto delle aspettative personali.

“Devo ringraziare alcune persone che mi sono state vicine quando stavo male, fra questi Carmine Donnarumma, che non è più qui a Catanzaro. Parlava sempre con me, mi suggeriva di stare tranquillo e mi ha aiutato molto. E quando è andato via ha continuato a starmi vicino, chiamandomi dopo le partite per dirmi cosa avevo fatto per bene o meno bene” le parole dell’ex Foggia, sicuramente tra i migliori della formazione calabrese nelle ultime settimane.

 Il Catanzaro nell’ultimo turno ospita un Melfi già certo dei play-out, ‘Purgatorio’ che i giallorossi eviterebbero con un risultato positivo. Agodirin punta ad essere nuovamente decisivo: “Ho sempre fatto pochi gol ma pesanti in mia carriera. Da centrale, ho giocato spesso con Zeman, Rambaudi e Ugolotti, Erra me l’ha fatto fare tante volte in allenamento, basta chiedere e io lo faccio, mi ha spiegato cosa fare e l’ho fatto, merito dei suoi consigli”.