Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Catanzaro – Con la Lupa l’obbligo dei tre punti. Mister Erra a rischio?

Catanzaro – Con la Lupa l’obbligo dei tre punti. Mister Erra a rischio?

Undici partite senza vittorie, posizioni di classifica che hanno visto il Catanzaro scivolare costantemente nel corso delle settimane fino a sfiorare adesso i play out, un percorso totalmente diverso rispetto a quanto accaduto nella prima gestione Erra. Dieci reti subite nelle ultime tre trasferte per una difesa che era stata esaltata nel periodo magico dei giallorossi e che adesso, complici pure assenze importanti, viene trafitta con grande facilità dagli avversari. Una pessima figura quelle rimediata in casa del Lecce, sarà stato certamente il gol a freddo a condizionarne il resto dell’incontro, non può essere, però, l’unica motivazione di una disfatta così pesante.

Oggi la fortuna è che le squadre che stanno dietro in classifica non riescono a far meglio, ma se l’inversione di rotta non sarà immediata, è molto probabile che la linea che oggi separa il Catanzaro dalla zona play out, un solo punto, presto venga superata. Non sono bastati gli scossoni voluti dalla proprietà all’interno del settore tecnico. La promozione di Carmelo Moro a responsabile, seguita dalle dimissioni dell’ex direttore generale Donnarumma. La squadra fatica enormemente, le assenze in qualche modo ne possono condizionare il rendimento, quello che preoccupa è la scarsa capacità reattiva del gruppo. Messo alle spalle il ciclo di partite proibitive, ne parte uno nuovo. Sette gare in cui gli uomini di Erra dovranno quantomeno cercare di mantenere il vantaggio, esiguo, dalla zona più pericolosa della classifica, tornare alla vittoria già da questo giovedi, quando al Ceravolo si presenterà l’ormai retrocessa Lupa Castelli. Match decisivo non solo per il Catanzaro, ma anche per mister Erra. La società sta seriamente riflettendo sulla sua posizione, anche se nella valutazione riguardante il tecnico, non può essere ignorato il recente rinnovo di contratto che vedrà l’allenatore legato alla panchina giallorossa, anche per le prossime due stagioni.