Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Catanzaro, l’obbligo dei tre punti. Amichevole e calcio di inizio del giovane Mirante

Catanzaro, l’obbligo dei tre punti. Amichevole e calcio di inizio del giovane Mirante

Il Catanzaro attende il ritorno al successo non ancora ottenuto in questo 2016. Buone prestazioni e qualche risultato importante ottenuto soprattutto in trasferta, hanno modificato di poco la classifica dei giallorossi che, ancora, non può ritenersi assolutamente tranquillo. La missione affidata a mister Erra, sin dal suo insediamento, era quella di consegnare il prima possibile la certezza di partecipazione anche per la prossima stagione al campionato di Lega Pro. Il suo avvio è stato scoppiettante, la frenata in occasione dell’ultima di andata contro il Melfi, poi una serie di pareggi e qualche sconfitta che ne hanno condizionato la scalata verso posizioni di classifica più tranquille. Oggi l’appuntamento con la vittoria non è più rimandabile, il calendario offre l’opportunità, seppur in campo avverso, di affrontare una compagine in grande difficoltà come il Martina Franca, reduce dalla pesantissima sconfitta subìta a Castellamare di Stabia. Tre punti per rendere più sereno il percorso successivo che vedrà i giallorossi doversi confrontare con Benevento, Matera e Lecce. Erra lavora su soluzioni tattiche che possano in qualche modo dare sbocco alle difficoltà offensive palesate dal gruppo nell’ultimo periodo. Dovrà anche fare i conti con la squalifica di Bernardi e molto probabilmente si affiderà a Calvarese, ormai praticamente recuperato dall’infortunio. Intanto oggi al Ceravolo alle ore 15 amichevole contro il Taverna. Calcio d’inizio che sarà dato dal giovane e sfortunato Fabrizio Mirante, il quale diversi mesi addietro, a seguito di un incidente stradale, ha perso una gamba. L’applicazione di una protesi gli consente di poter tornare a calciare un pallone.