Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Cosenza-Catanzaro, Cosentino a Strill: “Derby spettacolo. Resterò nel calcio”

Cosenza-Catanzaro, Cosentino a Strill: “Derby spettacolo. Resterò nel calcio”

di Pasquale Romano –

 Si scalda l’atmosfera in vista del derby tra Cosenza e Catanzaro. Umore e obiettivi diversi per le due formazioni calabresi: i rossoblù lottano per un piazzamento play-off, la formazione allenata da Erra invece mira ad evitare i play-out. Il presidente Cosentino, ai microfoni di Strill, torna sull’ultima sconfitta subita contro l’Akragas: “Credo si sia trattato di un ko immeritato, la squadra non meritava di perdere. Le partite spesso vengono decise da episodi, anche se la prestazione è stata positiva non siamo riusciti a concretizzare le numerose occasioni”. Lunga la striscia positiva di risultati successiva all ‘approdo di Erra sulla panchina giallorossa, come sempre i meriti (cosi come le responsabilità di D’Urso, il precedessore) vanno divisi: “Mister Erra ha saputo ricompattare l’ambiente e dare fiducia ai ragazzi, i risultati ottenuti ne sono la conferma. Quanto alla gestione D’Urso le colpe sono di tutti, ha pagato lui per un avvio di stagione particolarmente complicato”.

 

Domenica il derby con un Cosenza che forte del cammino sin qui intrapreso crede nella possibilità di centrare i play-off. Pronostico in favore dei padroni di casa, ma Cosentino assicura: “Lo affronteremo con la giusta convinzione, sicuri delle nostre possibilità. Si preannuncia uno stadio pieno, sarà un derby spettacolare con la giusta atmosfera a fare da cornice”. L’ultimo ko subito complica i piani di Giampà (squalificato per la vicenda Dirty Soccer) e compagni, il massimo dirigente giallorosso ammette: “Ci sarà da soffrire sino all’ultima giornata per ottenere la salvezza. Credo avremmo potuto occupare una zona di classifica più tranquilla, alcuni risultati negativi invece ci obbligheranno a lottare fino al termine del campionato”. Le frizioni e le incomprensioni dei mesi scorsi sono dimenticati, Cosentino (sostenuto dalla figlia Gessica, vicepresidente del club) salvo sorprese rimarrà a Catanzaro: “Continuerò a fare calcio in questa città, non credo ci saranno problemi. Reggina? Era una possibilità tanti anni fa, da allora non ho più preso in considerazione questa idea”.