Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Calcio – Catanzaro, Giampà: “Mi sento il pallone d’oro dell’onestà. Tornerò a giocare”
Mimmo Giampà
Mimmo Giampà

Calcio – Catanzaro, Giampà: “Mi sento il pallone d’oro dell’onestà. Tornerò a giocare”

Torna davanti ai microfoni il capitano del Catanzaro Giampà. Il suo uno sfogo, tantissima emozione, qualche lacrima, ma anche la voglia di gridare al mondo intero la sua innocenza. La certezza quella di vincere la sua battaglia nell’appello dell’inchiesta Dirty Soccer ed il desiderio di tornare subito in campo.

“Intervista da capitano del Catanzaro. Sono stati mesi difficili per me. Da quando ho appreso questa notizia ho provato vergogna e mi sono sentito offeso. Ho la fortuna di avere un padre che mi ha fatto conoscere il valore dei soldi e la stessa cosa dovrò fare con i miei figli. Ho vinto sei campionati e qualcuno l’ho anche perso, senza mai chiedere niente a nessuno. Gioco sempre per vincere, anche durante le partitelle in allenamento ed a maggior ragione adesso che sono a Catanzaro. Ho promesso ai tifosi che la mia presenza avrebbe garantito sempre massimo impegno a presicndere dal risultato. L’accusa più grave che mi era stata rivolta è stata eliminata, rimane l’omessa denuncia e parlando con i miei avvocati si è sicuri che in appello cadrà tutto. Dal punto di vista dell’onestà mi sento un pallone d’oro. Ho fiducia nella giustizia, non voglio chiudere una grande carriera in questo modo. Ho avuto tutto tramite l’impegno e la mia forza. Ho scelto di venire a Catanzaro rinunciando a dei soldi pur di giocare con la squadra del mio cuore. Amo il calcio, amo questo sport, mi ha dato tanto e non voglio che finisca in questo modo. Chi sbaglia deve essere punito, io non ho sbagliato.
Questa brutta esperienza mi ha fatto capire quali sono i veri amici soprattutto nel mondo del calcio. Devo ringraziare tantissimo la mia famiglia, i compagni di squadra, i tifosi del Catanzaro”.
fonte: uscatanzaro1929.com