Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Calcio – Dirty Soccer, la vittoria del Catanzaro. Nessuna ciliegina per Erra
D'Urso Catanzaro

Calcio – Dirty Soccer, la vittoria del Catanzaro. Nessuna ciliegina per Erra

Vince il Catanzaro nelle aule dei tribunali sportivi con il proscioglimento della società e del suo presidente Giuseppe Cosentino, nell’ormai famosa inchiesta Dirty Soccer. Classifica che rimane invariata per i giallorossi, al centro della stessa a quota ventiquattro punti. Squalificato, invece, il centrocampista Giampà, sei mesi lontano dai campi di gioco, annunciato dai suoi avvocati l’immediato ricorso. Nel frattempo il tecnico Erra dovrà rivedere qualcosa nel suo organico, anche se numericamente l’uscita dell’esperto centrocampista, in attesa di capire gli sviluppi di quello che sarà il ricorso, è stata rimpiazzata dall’uruguaiano Olivera. E’altrettanto vero che, proprio in virtù di un messaggio chiaro lanciato alla società nel post gara con la Juve Stabia, lo stesso Erra aveva espresso il desiderio di avere all’interno della sua rosa almeno un altro attaccante. La necessità di rinforzare il reparto con un elemento di categoria, soprattutto per rendere più concreta la fase offensiva. “Ho parlato con la società, oggi dovrebbe arrivare un altro attaccante”, queste le dichiarazioni rilasciate in sala stampa, quasi a lasciar intendere che gli obiettivi era ben chiari e praticamente raggiunti. Niente di tutto questo, si andrà avanti con quello che oggi si ha a disposizione, fermo restando che fino all’ultimo diversi sono stati i tentativi per riuscire a consegnare all’allenatore, quello che poteva essere utile alla causa.