Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Catanzaro, Patti si presenta: “Non si può rifiutare questa maglia”

Catanzaro, Patti si presenta: “Non si può rifiutare questa maglia”

Professione difensore, classe 1984, e già quasi decisivo al suo esordio. Domenica scorsa, infatti, sul campo della capolista, Matteo Patti ha partecipato attivamente all’azione del pareggio. Nella mischia, da cui è scaturita la rete del 2-2 di Razzitti, il piede del difensore è stato praticamente fondamentale.

“L’impatto con la squadra e l’ambiente – commenta al sito ufficiale del Catanzaro – è stato ottimo. Se poi domenica avessi pure segnato, sarebbe stata una favola…”. “Perché ho scelto Catanzaro? Una società come quella giallorossa non si può mai rifiutare. Stiamo parlando di un club storico, con un passato importante, con un presidente serio e corretto, e con il DG ed il tecnico che sono persone validissime”. “La trattativa – racconta – è nata quasi per caso. Non ero in uscita da Ischia, poi sono accadute delle cose, di cui non voglio parlare, ed ho trovato subito l’accordo col Catanzaro. Come sto fisicamente? Diciamo che sono prontissimo e non solo per via di un ritmo partita che ho già, avendo giocato con frequenza in questi mesi. La cosa più importante, infatti, sono la testa ed il cuore, ragion per cui mi sento pronto!”. In estate, era diventato un giocatore della Vigor Lamezia, prima del terremoto dovuto alle sentenze sportive di Dirty Soccer: “Il calcio è strano proprio come il destino. In estate dovevo fare coppia con Moi, prima dei noti fatti. Col senno del poi, pur dinanzi al dispiacere che ho provato in estate per me e soprattutto per la Vigor, il destino mi ha sorriso regalandomi il Catanzaro”.