Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Calcio – Catanzaro, Donnarumma: “Onorato ed emozionato. Impegno, rispetto ed equilibrio”

Calcio – Catanzaro, Donnarumma: “Onorato ed emozionato. Impegno, rispetto ed equilibrio”

Il Catanzaro ha presentato il suo nuovo Direttore Generale, Carmine Donnarumma. Una lunga chiacchierata con la stampa tra emozione, programmi, progetti per l’immediato futuro. Subito il presidente Cosentino che spiega il doppio ruolo del nuovo dirigente: “Donnarumma avrà due mansioni, oltre a quello che tutti conoscete, svolgerà anche la funzione di DS. E’ in grado di svolgere questo doppio ruolo, forse inusuale, ma riteniamo si possa fare e soprattutto riteniamo che Carmine lo possa fare. Abbia la certezza possa far bene, questa è la nostra convinzione”. Immediatamente dopo la parola passa al protagonista:

“Perdonatemi se la mia voce è un pò rotta dall’emozione. Voglio intanto ringraziare il presidente Cosentino, mi sta facendo vivere un sogno, questa era la mia più grande ambizione. Oroglio e onore sono i sentimenti che mi accompagnano. Permettetemi di ringraziare mia moglie e i miei figli che hanno avuto la forza di sopportarmi in questi ultimi anni, loro sono da sempre la mia forza. Dedicherò il massimo del tempo per questa maglia, totale impegno e dedizione. Sono anche un pò preoccupato di non essere all’altezza di una società così blasonata e con una grande storia. Ho visto tantissime belle cose in questi giorni e spero che tutto si possa vivere nel migliore dei modi. La scintilla con il presidente è scoccata praticamente subito, senza neppure parla di contratti o cifre. Cosentino cercava una figura che potesse occuparsi della società, ma anche di qualcuno che si preoccupasse della costruzione del nuovo Catanzaro. Oggi il DS come singolo elemento che compra e vende i calciatori non esiste più, c’è la figura del General Manager che si occupa in maniera più completa degli interessi societari e la cura dei rapporti, per esempio con tifosi e giornalisti, due componenti fondamentali nel nostro mondo. Non mi aspettavo un’accoglienza così positiva, devo ancora iniziare, ma avverto tanto affetto nei miei confronti. Ho conosciuto persone in questi giorni straordinarie, non vivono sotto la luce dei riflettori, gente di altissimo profilo e di grande importanza per il contributo che danno. Spendono gran parte del loro tempo per il Catanzaro. Sarò a disposizione di tutti. Non tutti sanno che sono anche giornalista pubblicista, Ordine della Campania, quindi comprendo le vostre necessità e farò il possibile per venirvi incontro in base a quelle che sono le esigenze. Due elementi ci dovranno accompagnare sempre nella nostra avventura, rispetto ed equilibrio. Permettetemi di spendere ancora qualche parola per il nostro presidente. Cosentino è un patrimonio che non possiamo permetterci di perdere, con i suoi difetti, ma tanti pregi. E’ una persona che ha ridato una immagine nuova al Catanzaro. Non dimentichiamo i lunghi periodi di sofferenza, da qualche anno questo non succede più, almeno per quello che riguarda la sicurezza economica della società. Sarà fondamentale riuscire a trovare gli equilibri giusti fra tutte le componenti.
Ho detto al presidente che la scorsa stagione il Catanzaro era una squadra forte. Non si è ottenuto il risultato e quindi ci sono stati degli errori, ma la costruzione del gruppo era di livello. Ritengo di aver individuato qualche causa che non sto qui a dirvi. Alla base di tutto ci vuole una grande organizzazione. Cercheremo giocatori di categoria motivati e con grande voglia, alcuni provenienti dalla serie D, altri dalle varie squadre giovanili, uniti a quei calciatori che già ci sono in organico. In ritiro faremo le opportune valutazioni per capire se ci saranno da fare degli interventi e step successivi ci consentiranno ulteriori analisi sull’organico”.
fonte: uscatanzaro1929.com