Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Reggina-Catanzaro, derby dal presente amaro. Lontane le gioie della serie A

Reggina-Catanzaro, derby dal presente amaro. Lontane le gioie della serie A

La penultima giornata di campionato, la trentasettesima, mette di fronte Reggina e Catanzaro. Giallorossi e amaranto rappresentano, per storia e recente passato, la massima espressione del calcio calabrese. Il Catanzaro fu la prima squadra della nostra regione a entrare nell’olimpo del calcio, la serie A. Poi toccò proprio alla compagine di Lillo Foti difendere l’orgoglio regionale nella massima serie. Ora la storia racconta altro. È finito il tempo degli onori, le due società si barcamenano in Lega Pro tentando la risalita. Ma la strada che porta in alto è lunga e anche molto difficile da percorrere, inoltre, la Reggina deve risolvere grane societarie non da poco.

Il derby però potrebbe far dimenticare i problemi, almeno per novanta minuti, ricordando che ad affrontarsi sono due squadre che insieme hanno disputato 16 campionati in serie A. Nei giallorossi dovrebbe rientrare Zappacosta mentre è ancora in dubbio Ilari che non ha superato completamente l’infortunio di settimana scorsa. Tutti gli altri sono a disposizione di mister Sanderra. Nella Reggina mancherà sicuramente Cirillo (squalificato) ed è in forte dubbio l’impiego di Karagounis e Gallozzi. Gli amaranto, a cui dopo vari ricorsi sono stati restituiti 10 punti in classifica, possono ancora sperare nei play-out e venderanno cara la pelle. Il Catanzaro, dal canto suo, proverà a fare lo sgambetto ai cugini e a consolidare il mediocre ma dignitoso ottavo posto in classifica.