Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Calcio – Catanzaro, Progetto benefico: “Uniti siam tutti, soli siam nessuno”

Calcio – Catanzaro, Progetto benefico: “Uniti siam tutti, soli siam nessuno”

Quando lo sport si unisce alla solidarietà e alla sensibilità delle persone si crea sempre un connubio magico e vincente, destinato a restare nella memoria di tutti e a lasciare un segno concreto e tangibile.

A credere nel valore della generosità, ancora una volta, è stato l’Us Catanzaro, che con in testa il Presidente Giuseppe Cosentino, ha deciso di aderire al progetto benefico “Uniti Siam Tutto, Soli Siam Nessuno”. I calciatori e lo staff della compagine giallorossa hanno teso la loro mano a chi è meno fortunato attraverso la partecipazione all’iniziativa “Pasqua Solidale 2015” promossa e ideata dalla cooperativa sociale CO.RI.S.S. Onlus, che da oltre vent’anni opera sul territorio per garantire la piena cittadinanza a chi vive in uno stato di bisogno: diversamente abili, donne in difficoltà con o senza figli, minori a rischio di devianza, tossicodipendenti, anziani, disoccupati, immigrati. Il contributo fattivo è arrivato attraverso l’acquisto di uova di cioccolato al prezzo di dieci euro al fine di raccogliere fondi per sostenere le attività del Centro Studi per la Dislessia, che è già attivo nella sede di Via Fares, con annesso doposcuola specializzato per Disturbi Specifici dell’Apprendimento e Bisogni Educativi Speciali. Il momento della consegna delle uova è avvenuto allo Stadio “Ceravolo”, dove la squadra era già radunata per il consueto allenamento pomeridiano. I volontari della cooperativa CO.RI.S.S. guidati dal Presidente Salvatore Maesano, hanno raggiunto in campo i giocatori insieme allo staff tecnico e dirigenziale, coordinati dai responsabili del marketing Dario Negro ed Emilio Miriello per distribuire i prodotti pasquali in un clima di allegria e di unione. Infine, una stretta di mano tra il capitano della squadra Mimmo Giampà e il Presidente Maesano ha espresso la soddisfazione di tutta la società giallorossa per aver contribuito ad una nobile causa. Si tratta di un’ulteriore dimostrazione che lo sport può rappresentare uno strumento decisivo per sensibilizzare i cittadini sul tema della beneficenza e un fondamentale veicolo di solidarietà.
fonte: uscatanzaro1929.com