Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Il Catanzaro cade sotto i colpi del Savoia, batosta a Torre Annunziata (4-1)

Il Catanzaro cade sotto i colpi del Savoia, batosta a Torre Annunziata (4-1)

Arriva l’ennesima batosta in terra campana, le aquile si arrendono al Savoia che vince quattro a uno. Savoia che parte come meglio non poteva. La squadra di Papagni si riversa subito nella metà campo avversaria e guadagna un calcio d’angolo. Sugli sviluppi del corner si genera una mischia in area giallorossa, la difesa del Catanzaro dimentica di essere scesa in campo e Scarpa, più lesto di tutti, porta in vantaggio i suoi, tutto questo al 2′. La risposta degli ospiti è affidata a un tiro dalla distanza di Russotto e a un pericoloso colpo di testa di Rigione che sfiora il gol, sempre sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Russotto. Al 12′ il Savoia ha l’occasione per mettere una seria ipoteca sul match. Leonetti affonda in area giallorossa, Daffara lo tocca leggermente sulla spalla e l’attaccante oplontino, dopo aver perso il pallone, si tuffa clamorosamente. Per l’arbitro però è rigore. Sul dischetto va Scarpa, è freddo e realizza la sua doppietta personale e il gl del due a zero. Il Catanzaro si rende pericolo solo dalla bandierina e al 15′ colpisce una traversa con Ghosheh. Non è un bello spettacolo quello che va in scena al “Giraud”. Le squadre tornano negli spogliatoi sul due a zero per i padroni di casa. Ripresa che inizia con gli stessi undici da entrambe le parti. Il Catanzaro cerca di accorciare le distanze e ci riesce al 55′ con Bernardo che sfrutta un buon traversone di Russotto e insacca di testa. Lascialo colpevolmente libero ma bravo a farsi trovare pronto.  Il Savoia sembra accusare il colpo. Al 65′ il Catanzaro chiede un calcio di rigore per atterramento in area di Bernardo. Guardando al prmo rigore concesso dall’arbitro, ci poteva stare anche questo. Ma il signor Prontera della sezione di Bologna non è di questo avviso e si continua. La partita non regala molte emozioni. Al 76′ ci prova Mounard dalla distanza, il tiro è insidioso ma finisce a lato. A tre minuti dalla fine, all’87’, il Savoia chiude il conto. Calcio d’angolo per i biancoscudati, Bindi esce a vuoto e Riccio realizza facilmente di testa. Passano due minuti e Bindi ne combina un’altra delle sue. Uscita scellerata fuori dall’area di rigore, non riesce ad allontanare il pallone e allora D’Appolonia ne approfitta e segna il quarto gol a porta sguarnita. Si chiude così il match al “Giraud” di Torre Annunziata.

 

 

SAVOIA-CATANZARO 4-1, IL TABELLINO

SAVOIA: Gragnianiello, Vosnakidis, Riccio, Sirigu, Giordani (Cremaschi), Saric, Pizzutelli, Verruschi, Leonetti, Di Piazza (D’Appolonia), Scarpa (Mercadante). A disposizione: Volturo, Checcucci, Boilini, Ferrante.   All. Papagni

 

CATANZARO: Bindi, Daffara, Rigione, Ghosheh, Squillace, Mancuso, Sarr (Razzitti), Zappacosta (Ilari), Mounard, Bernardo, Russotto. A disposizione: Migani, Calvarese, Orchi, Giampà, Caputa.   All. Sanderra

 

ARBITRO: Prontera di Bologna.

 

MARCATORI: Scarpa 2′, 12′ ; Riccio 87′; D’Appolonia 89′(Savoia). Bernardo 55′ (Catanzaro).

 

AMMONITI: Daffara, Sarr, Mounard, Russotto (Catanzaro); D’Appolonia, Verruschi (Savoia).

 

NOTE: espulso Di Piazza (Savoia) dalla panchina.