Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Calcio – Catanzaro, l’avv. Rondinelli: “Assurdo colpevolizzare la società ogni cosa accada”

Calcio – Catanzaro, l’avv. Rondinelli: “Assurdo colpevolizzare la società ogni cosa accada”

“A seguito delle vicende post derby con il Cosenza e non ultimo le polemiche innescate dopo la partita con la Vigor Lamezia, ci tengo a fare delle precisazioni, visto alcune dichiarazioni rilasciate ieri e nei giorni precedenti da varie personalità, mi ritengo molto amareggiata che si investe il Catanzaro di colpe senza neanche capire l’iter che ha comportato il limite di ieri, l’Osservatorio per le manifestazioni Sportive, aveva comunicato ad entrambe le società, la pericolosità dell’incontro e quindi in caso ci fossero stati disordini, i primi responsabili sarebbero state le Società, nel nostra caso, i disordini ci sono stati, e quindi gli effetti sono stati quelli che conosciamo. Ognuno può esprimere il suo giudizio ci mancherebbe ma di certo la Legge riguardante le manifestazioni sportive non l’ha fatta la nostra società. Ritengo assurdo colpevolizzare la Società per ogni cosa che accade, e soprattutto chiedo che si smetta di accusare la posizione avuta dalla Società per mio tramite in corso di una sola riunione per una richiesta di convocazione di Assemblea. La Società ha manifestato il suo dissenso per alcune decisioni prese, ma questo non vuol dire che siamo fuori dalla Lega, anzi ad ogni riunione ci si confronta con tutti i club tesserati di cui al Catanzaro ha ottimi rapporti con tutti. Ricordo a tutti che le decisioni di emettere i provvedimenti amministrativi è di competenza del CASMS sentite e valutate le immagini degli Organi della Sicurezza competenti. Poi se qualcuno che ha subito il DASPO, si ritiene illegittimamente colpito, adisca le vie legali e segua il suo iter. Informo tutti che il Catanzaro nei giorni scorsi ha subito una citazione per richiesta danni, da un tifoso della VIGOR che prima della partita del girone di andata contro la VIGOR Lamezia ha ricevuto un pugno sul volto da un tifoso nostro attualmente colpito da DASPO, con richiesta infondata di risarcimento danni a noi e di questo l’altro giorno ho richiesto gli atti al Questore di Catanzaro.

In questo momento bisogna ritrovare la serenità se si vuole credere in un progetto di calcio che il Presidente Cosentino sta portando avanti con tanti sacrifici, basta pensare che ieri noi abbiamo avuto una perdita economica di 60 mila euro. Anche noi della Società andiamo in trasferta in settori accanto altre tifoserie , ma io mai sono uscita con la sicurezza dallo Stadio ospitante.
Ora, seppur molto amareggiata da queste polemiche confido nella nostra tifoseria che ritorni più grande di prima, con l’impegno da parte della nostra Società di avviare con gli Organi competenti delle iniziative di sensibilizzazione per la nostra citta sulla sicurezza all’interno degli
Stadi con la certezza, se qualcuno l’ha messo in dubbio in queste ore, che tutti noi prima di essere dirigenti siamo tifosi e abbiamo il Catanzaro nel cuore”.