Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Catanzaro, la vittoria nel derby può essere una marcia in più

Catanzaro, la vittoria nel derby può essere una marcia in più

Il derby di Calabria ha dato i suoi verdetti. Ci ha detto che il Catanzaro è tornato in sella e ora può pensare di correre per i play-off (anche la concorrenza è ancora troppo agguerrita) e ha detto chiaramente che il popolo giallorosso ha bisogno di entusiasmo per vivere e dare il massimo. Prima di analizzare la partita è d’obbligo, infatti, rendere omaggio al tifo strepitoso della “Massimo Capraro”. La curva non ha smesso mai di incitare la squadra e l’intero stadio (finalmente pieno quest’anno) ha letteralmente trascinato i calciatori verso la vittoria. Il clima che si respirava in campo era quello delle grandi occasioni e la dimostrazione è l’entusiasmante esultanza di tutta la squadra e lo staff tecnico al triplice fischio. Scene di festa in mezzo al campo che non si vedevano da tanto tempo e che rendono i tifosi felici e orgogliosi di questi ragazzi che stanno dimostrando, partita dopo partita, di gettare il cuore oltre l’ostacolo. Speriamo che l’entusiasmo del derby non vada ad esaurirsi ma, anzi, diventi l’arma in più per il prosieguo della stagione. Complimenti alla tifoseria, complimenti ai calciatori ma complimenti, soprattutto, a Sanderra. “Mister Leggenda”, così è conosciuto a Latina, ha raccolto i cocci di uno spogliatoio malamente spaccato e, insieme alla società, è riuscito a ricostruire attorno a sè un gruppo eccezzionale. Tatticamente la squadra è messa bene in campo. Ognuno svolge il suo compito in funzione del gruppo e la concentrazione durante le partite è alta. Tutto ciò si ottiene solo quando riconosci che il tuo allenatore è anche il tuo condottiero e ti fidi ciecamente di lui. Quello che stupisce è la rapidità con cui questo gruppo è diventato così coeso. Chiuso il mercato di gennaio sono arrivate tre vittorie consecutive (non era mai successo quest’anno) e non può essere un caso. Nel calcio sono importanti i nomi ma la storia recente del Catanzaro dimostra che spesso conta molto di più l’affiatamento e la serenità. Se stai bene con la testa e soprattutto se stai bene con i tuoi compagni, i risultati arrivano. Si può anche perdere ma il pubblico apprezzerà sempre quei calciatori, quegli uomini, che sudano la maglia e lo fanno con fierezza. Bernardo che esulta “sparando” in faccia ai cosentini, il suo “mitra” è la dimostrazione di quanto, l’attuale spogliatoio, sia consapevole dell’importanza di giocare sui tre colli. Quand’è così è tutto più bello e anche se perdi, esci dal campo a testa alta e il pubblico di Catanzaro ti farà sentire un vincente.