Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Il derby è del Catanzaro, Cosenza battuto (1-0). La festa è tutta giallorossa

Il derby è del Catanzaro, Cosenza battuto (1-0). La festa è tutta giallorossa

Finisce con la vittoria del Catanzaro, la lunga giornata del derby di Calabria. Giornata iniziata molto presto per i tifosi del Catanzaro che hanno affollato il piazzale stadio dalle undici di mattina. L’adrenalina era tanta, l’ansia incontrollabile e così il popolo giallorosso ha deciso di recarsi molto presto al “tempio” per scaricare la tensione tutti insieme. All’arrivo dei tifosi cosentini, si sono verificati degli incidenti che hanno coinvolto alcuni supporters di casa e le forze dell’ordine, schierate in gran numero per l’occasione. Nulla di grave. La situazione è rientrata dopo qualche minuto e lo svolgimento della partita non ha subito conseguenze. Di solito i derby sono partite tese, molto sentite, partite da non perdere assolutamente. Capita spesso, dunque, di assistere a gare noiose e chiuse. La partita del “Ceravolo” è stata invece emozionante e combattuta fin dall’inizio. Le due squadre non si sono risparmiate e hanno dato il cento per cento dal primo all’ultimo minuto. Alla traversa colpita dai cosentini in apertura, risponde Mancuso che dopo una serpentina spettacolare, piazza sul palo lontano e colpisce il palo. È ancora il Cosenza, al 34′, a rischiare di passare in vantaggio. Bindi, mentre usciva per chiudere lo specchio della porta all’avversario involato verso il gol, scivola e regala praticamente un’opportunità unica ai lupi. Sinistro piazzato di Statella che però finisce incredibilmente fuori. È poi il Catanzaro a fare la partita e il primo tempo si chiude sul risultato di parità. Zero a zero e spettacolo in curva Capraro, dove gli Ultras Catanzaro non smettono neanche per un minuto di incitare la squadra. Il secondo tempo inizia col botto. Chi si è attardato in bagno o alla fila per comprare uno snack, si è perso il gol di Bernardo. L’attacante giallorosso stacca di testa su un cross di Squillace e realizza il suo primo gol al “Ceravolo”. Esulta facendo il gesto del mitra sotto la curva ospite e fa letteralmente crollare lo stadio che non riesce più a contenere l’entusiasmo giallorosso. Il Cosenza prova a rialzarsi ma Sanderra ha istruito bene i suoi ragazzi che non concedono nulla ai “lupi”. Sul finale di gara, gli ospiti provano a dare il tutto per tutto ma la grande concentrazione delle “aquile” e l’esperienza di Mimmo Giampà (osannato dai tifosi), fanno si che il Catanzaro finisca indenne la partita, vincendo un derby sofferto, meritato e per questo bellissimo.

 

CATANZARO (4-4-2): Bindi, Daffara, Squillace, Giandonato (31′ st Ilari), Rigione, Orchi, Giampà, Mancuso, Razzitti (45′ st Mounard), Zappacosta, Bernardo. A disp. Migani, D’Orsi, Sarr, Russotto, Caputa. All. Sanderra

 

COSENZA (4-4-2): Ravaglia, Ciancio, Blondett (29′ Zanini), Arrigoni, Tedeschi, Magli, Corsi, Caccetta (28′ st Tortolano), Cori, De Angelis (17′ st Calderini), Statella. A disp. Saracco, Criaco, Fornito,Cesca. All. Roselli

 

ARBITRO: Fiore di Barletta

 

NOTE: Spettatori 5.500 circa di cui 250 provenienti da Cosenza

 

AMMONITI: Zappacosta (CZ), Statella (CS), Rigione (CZ)

 

ESPULSI: Cori (CS)

Leggi anche: