Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Calcio – Catanzaro: sul petardo di Latina la tifoseria si spacca

Calcio – Catanzaro: sul petardo di Latina la tifoseria si spacca

È diviso il mondo dei tifosi giallorossi sulla vicenda del petardo esploso nella seconda giornata di campionato. Secondo quanto dichiarato dalla Questura di Latina, infatti,

gli ultras giallorossi avrebbero acceso dei micro-fumogeni all’interno dello stadio e al termine del match avrebbero esploso un petardo. Queste le accuse al vaglio, in queste ore, della Questura di Catanzaro, che ha ricevuto il video, registrato nella curva dei tifosi ospiti il 7 settembre scorso, e che dovrà valutare attentamente ogni fotogramma, per ravvisare comportamenti non leciti degli ultras. I sostenitori del Catanzaro, però, sulla vicenda non la pensano tutti allo stesso modo. C’è chi reputa per nulla straordinario quel comportamento palesemente non dannoso e chi invece lo condanna: “io spero che non ci siano conseguenze – dichiara una tifosa – Non credo ci sia nulla di male nel manifestare la propria fede calcistica. L’importante è non sfociare in azioni di violenza”. In realtà, da quello che viene raccontato, il tifoso si sente protetto dagli ultras quando si va in trasferta, “se non ci fossero loro, sai quante mazzate prenderemmo noi? E chi canterebbe negli stadi tenendo alto il nome della città e dei colori e della squadra? Nessuno, solo gli ultras lo fanno!”. A far scattare le indagini, tuttavia, è la pericolosità eventuale, la possibile reazione a quel petardo, per la quale i supporter giallorossi rischiano divieti di accesso alle manifestazioni sportive e procedimenti di natura penale, a causa dei quali la tifoseria potrebbe rimanere “indifesa”.