Home / Sport Strillit / CATANZARO CALCIO / Calcio: Catanzaro, pagato il debito sportivo della fallita Fc

Calcio: Catanzaro, pagato il debito sportivo della fallita Fc

L’U.S. Catanzaro, con i suoi consulenti dott. Maurizio De Filippo e dott. Antonio Repaci, comunica di avere adempiuto alla delibera 206 P.F., con la quale veniva prescritto il pagamento

del debito sportivo della fallita “F.C.” per 1.009.366 euro. La società del presidente Giuseppe Cosentino ha effettuato tutti i pagamenti, inviando le relative quietanze agli organi federali.
Inoltre, al fine di evitare qualunque tipo di contenzioso con gli organi federali rispetto alle mensilità di maggio e giugno della precedente stagione e per scongiurare, quindi, il rischio di vedersi comminare punti di penalizzazione in campionato, il Catanzaro, per volontà del presidente Cosentino, ha messo a disposizione del curatore fallimentare l’ulteriore somma di 65 mila euro.  Con tale somma, il curatore ha potuto saldare ogni spettanza ai tesserati della fallita F.C., e quindi inoltrare agli organi federali le relative attestazioni imposte dal regolamento.
TRANSFER CALCIATORI STRANIERI. La società, con il dott. De Filippo, è in continuo contatto con l’Ufficio tesseramento calciatori stranieri della Federcalcio, al fine di accelerare le procedure per il rilascio dei transfer degli atleti sudamericani da tempo aggregati alla squadra. Dopo l’arrivo, oggi, dei transfer per i calciatori brasiliani Thiago Gazé Da Silva, Lucas Pacheco e Guilherme Savicius Raimundo Fioravante, si attendono nei prossimi giorni i via libera per altri due atleti brasiliani, il mediano Rodolfo Regis Lopes Jr e l’attaccante Vitor Augusto Gregorio Cappellini, e per i due argentini: il centrocampista Juan Martin Ulloa e l’attaccante Federico Ezequiel Bugatti.
CONTENZIOSO CON DI MEGLIO. Si rende noto, infine, che il Catanzaro, assistito dal dott. De Filippo e dagli avvocati Ulisse Corea e Sabrina Rondinelli, si è costituito dinnanzi al collegio arbitrale per la definizione del contenzioso con il calciatore Giovanni Di Meglio, con udienza in programma il prossimo 14 ottobre a Firenze.