Home / Sport Strillit / BASKET / Viola, ora Coppolino tuona: ‘Basta falsità’

Viola, ora Coppolino tuona: ‘Basta falsità’

In merito al comunicato stampa emanato il 4 maggio 2019 dalla Viola Reggio Calabria, si chiede gentilmente di pubblicare la presente sulla Sua Testata per poter esercitare il diritto di replica, come previsto da legge, avendo constatato la presenza di dichiarazioni ritenute lesive e contrari alla verità.

Confermando l’auspicio che il ricorso avverso all’esclusione possa essere -oltreché annunciato- finalmente presentato e successivamente vinto nell’interesse prioritario di tesserati, staff, tifosi e partners, suscitano stupore le parole di risposta alla mia dichiarazione (all. 1 – dichiarazione Coppolino) lette ieri sul sito della Viola (all. 2 – comunicato Viola), sia nella forma (il comunicato sembra scritto dal legale del sig. Muscolino anziché da membri della società nero-arancio), quanto nella sostanza per le motivazioni schematicamente espresse in seguito.

1 – LEGALE RAPPRESENTANTE: si registra con piacere che oltre due mesi dopo l’acquisizione delle quote (22 febbraio 2019), la proprietà nella giornata di ieri 4 maggio 2019 ha inteso finalmente rendere noto l’attuale rappresentante legale nel dottor Fusco (sebbene “sollevato” tramite comunicato stampa il 10 aprile 2019, all. 3) avendo evitato di spiegare tale fondamentale passaggio nella conferenza stampa del 25 febbraio scorso (all. 4 – conferenza Viola) dove, per la Viola (si cita) erano presenti oltre a rappresentanti istituzionali il sig. Gotti in qualità di direttore Generale, il dott. Menniti in qualità di area marketing e responsabile Mood Project e l’avvocato Lo Presti in qualità di capo area istituzionale. Perdurando la mancata comunicazione della società stessa agli organi preposti (FIP e Lega Pallacanestro) -come si evince dal dispositivo del Giudice Sportivo che ha prima citato come rappresentante legale il dott. Monastero e successivamente il sottoscritto-, inoltro la presente ai soggetti sopracitati al fine di permettere al dottor Fusco di potere ricoprire formalmente nei confronti degli stessi il ruolo indicato nel comunicato stampa.

2 – DEBITI/MUSCOLINO: contrariamente a quanto viene affermato nel comunicato della Viola, non risulta dal pubblico bilancio da me ricevuto all’atto dell’acquisizione delle quote il 4 luglio 2018 dai sigg. Muscolino e Campisi (all. 5 – bilancio Viola 30.06.2018) che i debiti di € 230.000,00 riconducibili a sponsorizzazioni di società rette dal sig. Muscolino (ed oggetto di accordo tombale – all. 6, 7, 8 – accordo Mood-Muscolino-) fra lo stesso Muscolino e l’attuale Viola per mezzo del suo rappresentante legale siano stati onorati.
Perché l’attuale Viola ha rinunciato a questi crediti, rinunziando non solo ad essi ma anche a future azioni di rivalsa?

Riguardo al bilancio ricevuto dal sig. Muscolino, spero presto potere essere ascoltato dalla Procura di Reggio Calabria in merito all’esposto già presentato e pubblicato il 3 maggio scorso, anche riguardo al verbale di assemblea dell’11 giugno 2018 (all. 9 – verbale Viola 11.06.2018) nel quale il Consiglio di Amministrazione si dimette nelle persone del suo Presidente e rappresentante legale dott. Monastero, oltre ai membri del Consiglio, per nominare negli ultimi trenta giorni (la cessione avvenne il 04.07.2018) l’architetto Campisi in qualità di rappresentante legale.

3 – DEBITI/COMUNE: ennesima falsità presente nel comunicato stampa di ieri emesso dalla Viola, è quella inerente alla presunta estinzione del debito della Viola nei confronti del Comune. Come si evince dalle diffide inerenti il PalaCalafiore inviate dal Comune alla Viola il 26 aprile 2019 (all. 10 – diffida PalaCalafiore) e 18 aprile 2019 (all. 11 – debiti PalaCalafiore), esistono tre tipi di debiti:
(a) prima rata piano di rientro  di € 2.765,39 (su un totale di € 127.207,94 -inerenti canoni non riscossi dal 2012- firmato il 7 febbraio 2019 dal liquidatore, sulla base di quali garanzie economiche?)
(b) quote gare 2018-19 per € 1.870,90
(c) fideiussione di € 127.207,94
Si ribadisce come di tale incombenza non ricevetti alcun elemento documentale dai sigg. Muscolino e Campisi in fase di acquisizione quote, né verbale dai diversi rappresentanti istituzionali incontrati a luglio ed agosto 2018. La richiesta mi pervenne solamente il 18 settembre 2018. Anche questo è stato oggetto di esposto alla Procura della Repubblica di Reggio Calabria. Confido potere essere ascoltato presto dalle Autorità Giudiziarie.

4 – DEBITI/CITTA’ METROPOLITANA: risulta paradossale che l’autore del comunicato stampa -per conto dell’attuale Viola Reggio Calabria- attribuisca al sottoscritto la responsabilità per la citazione del Tribunale di Reggio Calabria su mandato della Città Metropolitana per canoni non corrisposti di € 700.000,00 e risalenti all’anno 2014 e seguenti.
Si ribadisce come di tale incombenza non ricevetti alcun elemento documentale dai sigg. Muscolino e Campisi in fase di acquisizione quote, né verbale dai diversi rappresentanti istituzionali incontrati a luglio ed agosto 2018. La richiesta mi pervenne solamente il 19 ottobre 2018. Anche questo è stato oggetto di esposto alla Procura della Repubblica di Reggio Calabria. Confido potere essere ascoltato presto dalle Autorità Giudiziarie.

5 – INGIURIE DOTTOR MENNITI: in merito alle infondate accuse (smentite anche nelle ultime conferenze stampa dagli stessi tesserati) e gratuite ingiurie rivoltemi nella giornata di ieri dal dottor Menniti sul  gruppo “Viola Reggio Calabria Supporters – ** GRUPPO UFFICIALE**-, noto un evidente nervosismo, ma ritengo superflua ogni parola e mi riservo, entro i termini di legge, a presentare querela.

Al seguente link è possibile scaricare i documenti citati (che saranno pubblicati anche nella mia fanpage personale “Aurelio Coppolino): https://we.tl/t-QacuWbGhEE.

In fede,
Aurelio Coppolino