Home / Sport Strillit / BASKET / Viola da incubo. A Salerno è notte fonda (91-73)

Viola da incubo. A Salerno è notte fonda (91-73)

di Gianni Tripodi – Non arriva l’impresa. Secondo ko consecutivo per i nero arancio che dopo la battuta d’arresto casalinga contro Costa d’Orlando cadono malamente al PalaSilvestri di Salerno, subendo una bruttissima sconfitta (91-73) in questa delicatissima fase finale di campionato. Salutato il quarto posto il team di coach Mecacci inizia adesso a sentire il fiato sul collo di Napoli e delle due romane (IUL e InPiù Broker) e dovrà cominciare a guardarsi alle spalle per difendere la quinta posizione. La Mood Project paga un primo quarto da incubo, dopo un parziale iniziale di 5-0 i neroarancio soffrono con il passare dei minuti il maggiore dinamismo offensivo dei padroni di casa che vantano il miglior attacco del girone con 85.2 punti a partita, pesano come un macigno le otto palle perse per l’immediato -15. Nella seconda frazione la Viola prova ad affidarsi alle giocate di Carnovali da 9 punti, problemi di falli per Mecacci con Fallucca e Agbogan già a quota tre, Salerno è più precisa al tiro e con Tortù e Maggio rimane avanti nel match e va all’intervallo sul 48-34. Reazione dei nero arancio dal rientro sul parquet con Fall e il solito Carnovali che provano a trovare continuità in attacco arrivando al -9, Mecacci prova a limitare l’attacco campano con la zona, Tortù (16) e Diomede (15) sono immarcabili e Salerno arriva all’ultimo quarto sul +11. I padroni di casa gestiscono il vantaggio con la Viola che prova malamente a rientrare nel match, Diomede (21) e Tortù (18) sono una sentenza, non bastano le giocate di Vitale e Paesano, finisce 91-73. Prossimo turno domenica 7 aprile al PalaCalafiore contro Napoli.

27 Giornata Serie B Old Wild West Girone D

Virtus Arechi Salerno – Mood Project Viola Reggio Calabria 91-73

Parziali: 29-14, 48-34, 67-56, 91-73

Virtus Arechi Salerno: Visnjic 10, Tortù 18, Maggio 15, Sanna 9, Villa 3, Corvo ne, Diomede 21, Antonaci ne, Czumbel ne, Corvo ne, Leggio 12, Duranti 2

Coach: Orlando Menduto

Mood Project Viola Reggio Calabria: Vitale 12, Agbogan 7, Paesano 20, Fallucca 5, Carnovali 12, Alessandri 5, Fall 9, Nobile 3, Grgurovic ne, Muià ne

Coach: Matteo Mecacci

Parte bene la Viola firmando un parziale di 5-0 con la tripla di Agbogan e i liberi di Paesano (2/2), i padroni di casa sbagliano troppo (0/4) senza trovare la via del canestro. I primi punti per Salerno arrivano con Leggio dalla lunetta, Fall a colpire da sotto, due palle perse consecutive per la Viola ed è immediata la fiammata per i campani che passano a condurre il match con un break di 8-0 firmato Maggi e Duranti, sul 10-7, timeout Mecacci. Dentro Fallucca per provare a scuotere i compagni, antisportivo di Alessandri su Maggio, si accende Diomede (tripla) e Salerno rimane avanti nonostante la buona prova di Fall sotto canestro, 16-11. Ritmi altissimi, botta e risposta tra Maggio e Paesano, tripla di Tortù appena entrato, settima palla persa per i nero arancio, Mecacci è furioso, 25-14. Con i canestri di Sanna eMaggio sul finale Salerno scappa via, 29-14. Secondo quarto: Nobile ad accorciare, Salerno ha in mano il pallino del match, i neroarancio provano a reagire con il gioco da tre punti di Carnovali, la tripla di Sanna fa malissimo, risposta immediata di Carnovali, 34-22. Tanti errori da una parte e dall’altra, Fall colpisce da sotto per il -10, antisportivo di Vitale su Sanna, il match si scalda, arriva la schiacciata di Paesano, ma il gioco da tre punti di Sanna allontana la rimonta Viola, 39-26. Tripla senza senso di uno straordinario Carnovali, decima palla persa dei neroarancio, Tortù è scatenato (10), Salerno rimane avanti sul +14, si va all’intervallo sul 48-34. Terzo quarto: Fall da sotto e la tripla di Carnovali per il -9, antisportivo a Visnjic su Fall, Diomede sblocca il digiuno campano, i neroarancio provano a trovare continuità in attacco, la bomba di Diomede tiene a distanza la Viola, +14. Paesano e Agbogan per il nuovo -9, la difesa a zona di Mecacci limita l’attacco campano, Tortù e Diomede sono immarcabili e Salerno vola sul +15 Fallucca e Vitale ad accorciare con molta fatica, 67-56. Quarto quarto: Diomede e Sanna a martellare il canestro, il solo Paesano prova a scuotere i suoi, Viola in difficoltà con Salerno che prova a chiudere il match, 75-61. Diomede punisce la difesa dei neroarancio, Vitale e Paesano non mollano la presa, ma non basta, finisce 91-73.