Home / Sport Strillit / BASKET / Stella d’argento del Coni per Andrea Viola

Stella d’argento del Coni per Andrea Viola

La cerimonia del Coni Calabria tenutasi venerdì 22 febbraio 2019 illumina di storia, tradizione ed impegno la palla a spicchi calabrese  colorando la serata di nero-arancio.
La sala Federica Monteleone del Consiglio Regionale “bolle” di nero-arancio grazie alla presenza del Giudice Giuseppe Viola e degli storici dirigenti Tito Messineo e Rocco Falcomatà.
C’era una volta la Cestistica Piero Viola ed un movimento giovanile da urlo dove ha lavorato con profitto il figlio del creatore del mito nero-arancio, Andrea Viola in fotografia proprio accanto ai tre già citati protagonisti della storia del basket meridionale e non solo.
Chi è Andrea Viola – Dalla stagione sportiva 1984/1985 alla stagione 1989/1990, Viola è stato allenatore settore giovanile ed istruttore minibasket Cestistica Piero Viola RC
Nella stagione sportiva 1992/1993 dirigente del settore giovanile della Cestistica Piero Viola RC per poi diventare, nell’annata 1993/1994 Presidente della BASKET JUVENTUS RC, società satellite della Basket Viola.
Dalla stagione 1994/1995 alla stagione 1996/1997 è stato Presidente della società PG BASKET MODENA società satellite della Basket Viola.
Nella stagione sportiva 1994/1995 la società PG Basket Modena ha vinto il titolo italiano categoria cadetti sotto la guida di Gaetano Gebbia e Massimo Bianchi con in campo talenti del calibro di Seby Grasso, Andrea Cattani e Claudio Ciampi.
La sua carriera è continuata con il percorso della Giustizia sportiva:
Dal 1999 al 2010 è Giudice Sportivo Regionale della FIP:
Dal 2010 al 2013 diventa componente della Commissione Giudicante Regionale Calabria della FIP;
Dal 2013 al 2014 è Presidente della Commissione giudicante Regionale Calabria della FIP:
Dal 2014 ad oggi è Presidente della Corte Sportiva di Appello presso il Comitato Regionale Calabria.
Il riconoscimento, è stato rilevato nella comunicazione proveniente da Roma e firmata dal presidente Giovanni Malagò assegnato per le benemerenze acquisite nell’attività dirigenziale e consegnato dal Presidente del Coni Regionale Maurizio Condipondero.