Home / Sport Strillit / BASKET / L’ uragano Coppolino è pronto per la nuova Viola

L’ uragano Coppolino è pronto per la nuova Viola

di Gianni Tripodi – Dal 5 luglio, giorno in cui Muscolino e Campisi hanno ceduto il 100% delle quote societarie della Viola Reggio Calabria ad Aurelio Coppolino, il suo nome ha iniziato ad animare l’estate della tifoseria nero arancio.

Nato e cresciuto a Barcellona Pozzo di Gotto, professionista del marketing e della comunicazione, dirigerà per la prima volta una società di basket dopo le esperienze con il Basket Barcellona, in serie A2 con GM l’ex nero arancio Sandro Santoro e con l’Orlandina Basket, dal 2012 al 2015 (due anni in A2 e un anno in A1) come direttore marketing.

Amministratore unico, ma con importanti investitori alle spalle, Coppolino non è riuscito a realizzare il suo progetto nella sua città, nella sua Sicilia, con la Nuova Cestistica Barcellona e così, dopo il ricorso respinto dalla FIP,  ha deciso di trasferirsi dall’altra parte dello Stretto con la stessa voglia e un’irrefrenabile concretezza.

Un progetto imprenditoriale, sportivo e sociale composto da quattro punti cardini che ad ogni conferenza, quella social, diventata ormai un suo marchio di fabbrica, è sempre andato ad elencare: programmazione, sostenibilità economica, condivisione e giovani.

Il suo obiettivo è ambizioso, riportare la Viola tra le grandi del basket italiano in pochissimo tempo.

Coppolino ha già avuto un incontro interlocutorio con il sindaco Falcomatà la scorsa settimana e ne avrà un’altro più approfondito lunedì per illustrargli per intero un progetto che non vede l’ora di far partire.

Unica condizione posta: la presenza di una sola Viola. La Viola non è di nessuno in particolare, ma solo di chi la ama.

Coppolino è un carro armato, uno che va dritto per la sua strada senza farsi intimorire da nessuno.

Roster quasi al completo per il prossimo campionato di serie B, accordi già trovati con Alessandro Paesano, Matteo Fallucca, Giulio Casale e Yande Fall con la conferma di Allen Agbogan.

Sì attende adesso il nome del coach, offerto un contratto biennale a Lino Lardo, l’alternativa è Donato Avenia.

Con una campagna abbonamenti pronta ad essere resa nota a stampa e tifosi così come il nuovo sponsor tecnico (Errea), la presentazione della squadra alla città e tante altre iniziative, a Reggio si sta finalmente tornando a respirare aria di basket, quel basket che sembrava essere morto solo qualche settimana fa.

Riuscirà Coppolino a far tornare l’entusiasmo attorno alla nuova Viola?