Home / Sport Strillit / BASKET / Vicenda Fidejussione: Avvocato Benedetto: “La Viola è vittima. Daremo il massimo per tutelarla”.

Vicenda Fidejussione: Avvocato Benedetto: “La Viola è vittima. Daremo il massimo per tutelarla”.

di Gianni Tripodi –  L’avvocato Francesco Benedetto, membro del CdA neroarancio ma prima ancora del collegio difensivo della Viola, è intervenuto ai microfoni di Radio Antenna Febea, per chiarire la vicenda legata al deferimento comminato dalla Procura Federale.

“Prima del deferimento occorre parlare dei fatti essenziali. Ad inizio marzo la Viola è stata convocata presso la Procura Federale ed ha avuto conoscenza certa della falsità della fideiussione, motivo per il quale il dott. Muscolino e il dott. Monastero, entrambi soggetti a truffa hanno presentato un esposto alla Procura della Repubblica. Da quel momento le indagini federali, così come il deferimento credo siano un atto dovuto. La situazione è grave nei termini in cui la circostanza della truffa è grave, non per la condotta della Viola. La società si è tutelata con un collegio formato dal sottoscritto, dall’Avv. Allegro che ci ha sempre seguito, e poi con il Prof.Angelo Clarizia che il Presidente Monastero ha voluto coinvolgere e che non ha bisogno di ulteriori presentazioni.

Il deferimento non imputa alcun tipo di dolo, è graduato rispetto alle varie posizioni e ai ruoli che ricoprono il dott. Muscolino, in quanto soggetto che ha portato la fideiussione, il dott. Monastero come legale rappresentante  il quale ha una contestazione per “colpa di non aver vigilato”, e infine la Viola Reggio Calabria, che non ha alcuna responsabilità diretta ma bensì oggettiva nell’ambito della quale riteniamo di poterci e doverci difendere. Alla società c’è l’addebito rispetto ai dirigenti.

Il fatto è conclamato, la fideiussione è falsa e la Viola è vittima. Il processo in primo grado ci sarà il 9 Aprile e nella dinamica del processo si realizzerà la verità giuridica dei fatti.
Il primo passo che hanno fatto la Viola ha fatto e Muscolino è quello di reintegrare la garanzia, abbiamo ritenuto opportuno farlo a riprova della totale buona fede della società.

In un momento di difficoltà dico ai tifosi e all’ambiente di affrontarlo con serenità e compattezza, chi è stato incaricato per difendere la squadra fuori dal campo darà il massimo per tutelare la squadra”.