Home / Sport Strillit / BASKET / Fip: Surace raggiante per il Basket Day a marchio Calabria

Fip: Surace raggiante per il Basket Day a marchio Calabria

Un vero e proprio “Basket-Day” a marchio Calabria.

Domenica 14 gennaio 2018 è una data da ricordare, evidenziare e riproporre il prima possibile.

La Viola Met.Extra Reggio Calabria vince alla grande la gara di campionato contro la forte Tortona con un ricco contorno di giovani atleti che nell’intervallo hanno sfilato lungo tutto il parquet del PalaCalafiore e ricevendo il meritato applauso dei più di 3.000 spettatori presenti.

Sull’argomento è intervenuto il Presidente del Comitato Regionale Fip Calabria Paolo Surace: “E’ stata una giornata unica ma è soltanto un nostro piccolo punto di partenza.

Il progetto giovanile sui nati nel 2005 è partito molto bene grazie al lavoro dell’Rtt Simona Pronestì e di tutti i dirigenti, gli allenatori ed i preparatori fisici che stanno operando.

Siamo riusciti a coniugare una splendida giornata di gare tre le quattro selezioni giovanili (le rappresentati di Reggio Città, della Provincia reggina più Vibo, Catanzaro,Crotone e Lamezia e Cosenza)unite al Torneo 3vs3, argomentazione importantissima in ambito federale.

Un grazie infinito va al Caf Acli Calabria del Presidente Antonio Tiberi per il supporto che ci ha permesso di svolgere nel migliore dei modi la prima giornate di un “Tournament” intrigante che giocherà la sua seconda giornata il 28 gennaio 2018 al PalaCalafiore per poi diventare itinerante e toccare tutti i punti nevralgici del basket calabrese da Catanzaro a Soverato, da Cosenza a Siderno e non solo.

Durante la gara tra Viola e Tortona non posso non ricordare una scena meravigliosa: Vedere i nostri atleti sfilare con indosso la divisa della propria società di appartenenza ci inorgoglisce e ci pone un obiettivo comune che è la bella unione della nostra regione sotto un’unica bandiera. Ammirare tutti i nostri giovani, i rispettivi genitori sostenere con entusiasmo e trasporto la massima espressione del basket calabrese ci fa capire che la risultante non poteva altro che essere una straordinaria vittoria collettiva”.