Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – Natale amaro per la Viola che crolla a Trapani (88-74)

Basket – Natale amaro per la Viola che crolla a Trapani (88-74)

di Gianni Tripodi – A Trapani è notta fonda. Settima sconfitta esterna su altrettanti incontri disputati lontani dal Pala Calafiore per una pessima Viola che non riesce a vincere al di fuori delle mura amiche e crolla sotto i colpi di una devastante Lighthouse (88-74). Brutta, bruttissima prestazione su due lati del parquet per il team di coach Calvani, mai in partita e sempre in grande difficoltà contro la terza forza del torneo che ha sempre in mano il pallino del match giocando in scioltezza per tutti e quaranta i minuti di gioco guidata da uno scatenato Renzi da 22 punti con l’8/8 dal campo. I nero arancio chiudono il 2017 con zero punti in trasferta e rimangono fermi a quota 10 punti in una classifica che adesso inizia ad essere preoccupante. Gara da dimenticare alla svelta per la Viola, Pacher (17 punti) premiato come miglior giocatore della Lega nel mese di novembre soffre la maggiore fisicità dei lunghi avversari e non riesce ad incidere sulla partita, totalmente fuori dal match l’altro americano Chris Roberts che chiude con soli 4 punti e il 2/7 dal campo, tenuto in panchina per buona parte del quarto quarto. Prossimo incontro venerdì 29 al Pala Calafiore contro la Moncada Agrigento.

13° Giornata – Serie A2 – Old Wild West – Gir. Ovest

Lighthouse Trapani – MetExtra Viola Reggio Calabria 88-74

Parziali: 23-13, 45-31, 68-43, 88-74

Arbitri: Gianluca Capotorto di Palestrina, Alessandro Saraceni di Zola Predosa e Sebastiano Tarascio di Priolo Gargallo

Lighthouse Trapani: Viglianisi 2, Renzi 22, Jefferson 8, Ganeto 7, Mollura 2, Fontana, Guaiana, Testa 8, Spizzichini 5, Perry 14, Bossi 9, Simic 7

Coach: Ugo Ducarello

MetExtra Viola Reggio Calabria: Benvenuti, Passera 7, Baldassarre 7, Roberts 4, Caroti 11, Rossato 10, Taflaj ne, Pacher 17, Agbogan ne, Fabi 16, Marino ne

Coach: Marco Calvani

 

Novità in quintetto per i nero arancio, coach Calvani fa partire dal primo minuto Riccardo Rossato in cabina di regia preferendolo a Passera e Caroti. Dopo il canestro iniziale di Rossato sale in cattedra l’americano di Trapani Jessy Perry a realizzare dieci punti consecutivi, il parziale di 10-0 è letale, i nero arancio tirano con l’1/7 dal campo e Calvani è costretto a chiamare il timeout. Fabi riesce finalmente a smuovere la retina, ma in attacco continua a non esserci continuità, la tripla di Ganeto per il 12-4 dopo 6’ di gioco. Arrivano i primi punti anche per Pacher (1/3) e Roberts (1/3), ma la difesa della Viola è troppo disattenta, Renzi e Ganeto ringraziano portando Trapani sul +11. Tripla di Caroti appena entrato, i siciliani giocano in scioltezza e trovano facili conclusioni in attacco (6/6 da due), il dodicesimo punto di Perry vale il +12, ancora Lorenzo Caroti (cinque punti) ad accorciare, 23-13. Secondo quarto: La Viola si intestardisce a tirare dalla lunga (1/8) mentre Trapani inizia a scappare via grazie ai punti che arrivano dai “panchinari” Simic e Bossi, +16 con la Viola che sembra essere alle corde. Difesa press voluta da Calvani, ma Trapani non rallenta e con la tripla di Spizzichini vola sul +18, nero arancio a soli due punti (dalla lunetta) in 3’ di gioco che provano con la forza della disperazione e con grande confusione a ridurre l’ampio gap, Pacher e Rossato per il 37-23. Con i quattro punti consecutivi di Renzi Trapani riscappa via sul +18 e son dolori per Calvani che vuol parlare con i suoi. Mini break di 4-0 firmato dalla Viola con Baldassarre e Rossato, Pacher (2/7) soffre la fisicità di uno scatenato Renzi (12 punti con il 5/5 dal campo) sotto canestro, si va all’intervallo sul 45-31. Terzo quarto: Avvio da incubo per Aj Pacher che in un amen commette il terzo e quarto fallo personale, Renzi è devastante sotto canestro (18 punti), non basta la tripla di Baldassarre, Trapani vola sul +22, 56-34, timeout Calvani. Secondo canestro dal campo per Roberts, ma la Viola sembra aver già mollato la presa con i padroni di casa che allungano con Renzi e Viglianisi (62-38), la reazione tanto attesa dei nero arancio non arriva e Trapani si porta sul +25, 68-43. Quarto quarto: Quinto fallo per Simic, la Viola continua ad aumentare l’intensità difensiva, ma serve a poco, la gara si avvia alla conclusione con le triple di un super Bossi, finisce 88-74.