Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – Viola: Si riparte dall’ultimo quarto contro Tortona

Basket – Viola: Si riparte dall’ultimo quarto contro Tortona

di Gianni Tripodi – E’ iniziato in salita il campionato dei nero arancio. La Viola è tornata da Tortona con una sconfitta arrivata solo al termine di un tempo supplementare, un’occasione sprecata, due punti persi, ma era solo la “prima”. Nei tre quarti giocati al PalaOltrepo’ di Voghera il team di coach Calvani ha sofferto sin da subito il maggiore dinamismo dei padroni di casa, bravi a trovare con continuità il canestro facendo registrare buone percentuali al tiro (48% dal campo) con il 56% dalla lunga distanza e limitando i nero arancio alle soluzioni in attacco. Con il pallino in mano a Tortona ad inizio ultimo quarto ed uno svantaggio di ben diciotto punti, la Viola poteva disunirsi e subire così un divario ancora più pesante, ma così non è stato. Il gruppo non ha mai perso la fiducia in se stesso e dimostrando gran carattere, quello visto per tutto il precampionato, è riuscito, merito di una grande aggressività in fase difensiva, a rientrare in partita. Il parziale di 9-27 con grande protagonista l’americano Chris Roberts (4 palle rubate), il migliore dei suoi, ha dato il via ad un incredibile rimonta che ha consentito alla Viola di arrivare al supplementare. Dopo aver speso tante energie negli ultimi dieci minuti e facendo i conti con l’assenza di capitan Fabi, rimasto sul parquet per soli 13 minuti nel primo periodo per poi non rientrare più a causa di una contrattura muscolare (oggi farà ulteriori controlli) e l’uscita di Baldassarre per falli, i nero arancio hanno perso la lucidità, la tripla di Sorokas ad inizio supplementare ha ridato inerzia a Tortona che non si è più voltata indietro portando a casa la vittoria. Archiviata la sconfitta si va avanti e per farlo si dovrà ripartire senza dubbio dalla straordinaria intensità vista nell’ultimo quarto, cercando di migliorare l’approccio alla gara le e le percentuali al tiro dalla lunga distanza, imbarazzante il 3/19 finale. La Viola è ancora un cantiere aperto, questo lo si sapeva già e c’è ancora tanto da lavorare, ma Calvani sa già da dove e come ripartire, domenica l’esordio casalingo al Pala Calafiore contro la Virtus Roma, serve l’immediato riscatto.