Home / Sport Strillit / BASKET / Basket: miracolo Bolignano! La Viola espugna Treviglio (76-84)

Basket: miracolo Bolignano! La Viola espugna Treviglio (76-84)

di Gianni Tripodi – Vittoria! Esordio clamoroso per Domenico Bolignano alla prima da capo allenatore in questa stagione dopo l’esonero di Paternoster. I nero arancio sbancano il Pala Facchetti di Treviglio (76-84) al termine di un match giocato in maniera quasi perfetta a larghi tratti con cinque piccoli, tanti canestri in transizione ed in penetrazione con una difesa sempre attenta a spezzare il ritmo dei padroni di casa. Quattro uomini in doppia cifra: Fabi (20), Voskuil (19), Rossato (16) e Caroti (13), tanta intensità sul parquet per i nero arancio che con le unghie e con i denti conquistano due punti d’importanza capitale in ottica salvezza. Con questo successo la Viola sale a quota 16 punti in compagnia di Scafati uscita vittoriosa dalla sfida contro Casale Monferrato (76-66) mentre Agropoli rimane a 14 dopo la sconfitta subita in trasferta a Rieti (76-56), a quattro partite dal termine del campionato i playout non sono più un miraggio. Prossimo incontro al Pala Calafiore sabato alle 20.30 contro Latina.

26° Giornata – Serie A2 Girone Ovest

Remer Treviglio – Viola Reggio Calabria 76-84

Parziali: 17-19, 31-37, 55-61, 76-84

Arbitri: Bongiorni Andrea di Pisa (PI), Marton Marco di Conegliano (TV) e Fabiani Alessio di Altopascio (LU)

Remer Treviglio: Genovese 3, Pecchia 3, Rossi 16, Sorokas 12, Sollazzo 19, Rota ne, Dessi ne, Mezzanotte, Marino 5, Nwohuocha 2, Cesana 16, Marini,

Coach: Adriano Vertemati

Viola Reggio Calabria: Guaccio, Fabi 20, Gilbert 8, Pandolfi ne, Guariglia 6, Caroti 13, Rossato 16, Voskuil 19, Taflaj ne, Babilodze ne, Baldassarre ne, Marulli,

Coach: Domenico Bolignano

Come da previsioni della vigilia con l’assenza di Baldassarre viene lanciato in quintetto il giovanissimo classe 1997 Tommaso Guariglia assieme ai confermati Caroti, Voskui, Fabi e Gilbert. Ottima partenza dei nero arancio che passano subito a condurre il match con un 5/6 al tiro, grandi protagonisti Gilbert e Caroti per il 7-12 dopo i primi 5’ di gioco, Treviglio rimane a contatto con i canestri di Sorokas e Rossi, sono i quattro punti consecutivi di Guariglia a tenere avanti la Viola, 11-17. Il primo cambio di Bolignano arriva dopo 8’ di gioco con Rossato al poso di Voskuil, antisportivo di Cesana su Gilbert che crea l’allungo del +6. Le due palle perse di Gilbert e Caroti consentono ai padroni di casa di accorciare con Cesana e Pecchia, 17-19. Ottime percentuali al tiro per i nero arancio con l’8/12 (66% dal campo), ma sotto a rimbalzo 12 a 4. Secondo quarto: Treviglio impatta con il canestro di Rossi sul 19-19, capitan Fabi prova a caricarsi la squadra sulle spalle in una gara di grande equilibrio, sul 25-27, timeout per Bolignano. Richiamato per la prima volta in panchina Guariglia dopo 15’ sul parquet e Fabi viene così schierato da cinque, con il quintetto piccolo la Viola vola sul +10 grazie l’ottimo apporto di Rossato da 8 punti con un 4/4 al tiro, 25-35. Nel miglior momento dei nero arancio arriva il parziale di 7-0 di Treviglio che rientra nel match con i canestri del duo Rossi-Sollazzo, la schiacciata di Babilodze vale il + 6, si va negli spogliatoi sul 31-37. Terzo quarto: I padroni di casa provano a partire forte, Cesana dalla media, prima tripla per Voskuil, botta e risposta dalla lunga tra Rossato e Sollazzo, 40-45. Treviglio si rifà sotto pericolosamente con Sorokas arrivando sul -3, bomba di Voskuil con le mani in faccia a dare la scossa ai compagni, gioco da tre punti centrato per Fabi del +8. Voskuil ha ormai scaldato la mano (4/6), due triple consecutive pazzesche che regalano alla Viola il +12, dopo il timeout di Vertemati Treviglio riduce il gap, 55-61. Quarto quarto: Fabi in avvio, due schiacciate di Sollazzo che stoppa anche Gilbert e scalda il pubblico casalingo, la tripla di Genovese riapre il match in un amen, parziale di 7-2 che valgono il -1, timeout Bolignano. Voskuil continua a martellare il canestro, tecnico a Vertemati per proteste, Fabi dalla lunetta per il +7 a 5’ dal termine. Quintetto piccolo con Fabi centro, Treviglio prova con la forza della disperazione ad impattare, la tripla senza ritmo di Caroti fa esplodere la panchina nero arancio, 64-71. La gara si infiamma, Marino porta i suoi sul -6, super Rossato dalla lunga e Fabi da sotto, per il nuovo +6 a 2’ dal termine. A 1’20” dal termine, antisportivo a Fabi e tecnico a Rossato, Cesano accorcia dalla lunetta, Marino dalla media per il 73-77, Voskuil ancora lui, ridà fiato ai suoi, +4 a 43” dal termine. Caroti con i liberi (2/2) del +6 che chiudono di fatto il match, finisce 76-84.