Home / Sport Strillit / BASKET / Basket: Viola sconfitta a Ferentino (81-76), sfuma la salvezza diretta

Basket: Viola sconfitta a Ferentino (81-76), sfuma la salvezza diretta

di Gianni Tripodi – Occasione sprecata! Al Palasport “Ponte Grande” di Ferentino, sulla tripla sbagliata di Gilbert sul 79-76 a 23” dal termine, sfuma l’ultima chance per la Viola di tirarsi fuori dalla zona playout. I nero arancio vengono sconfitti dai padroni di casa della FMC (81-76) al termine di un match di grande intensità agonistica che si è deciso solo negli ultimi secondi. Coach Paternoster ha cercato in tutti modi di limitare lo strapotere fisico dei lunghi avversari sotto canestro con Fabi e compagni che hanno sempre mantenuto ritmi altissimi con tanti tiri presi in transizione, ma con poca precisione (14/37). Il break di 12-2 del +11 a 3’50” dal termine firmato da Ferentino sembrava aver chiuso definitivamente il match, con la forza dell’orgoglio la Viola era riuscita con un parziale di 8-0 (due triple di Baldassarre e Caroti) a compiere una vera e propria rimonta ed arrivare sul -3, sull’errore di Gilbert è stato Raymond dalla lunetta (2/2) a sigillare la vittoria per i padroni di casa. I nero arancio non riescono così a bissare il successo ottenuto due settimane fa contro l’Eurobasket e rimangono fermi a 14 punti con Ferentino che allunga a quota 20 e raggiunge la salvezza, una salvezza che la Viola dovrà guadagnarsi da qui al termine del campionato passando per i playout. Prossimo turno domenica 19 marzo alle 18 al Pala Calafiore contro Tortona.

24° Giornata – Serie A2 Girone Ovest

FMC Ferentino – Viola Reggio Calabria 81-76

Parziali: 22-25, 41-42, 62-61, 81-76

Arbitri: Christian Borgo di Dueville(VI), Angelo Caforio di Brindisi (BR) e Christian Mottola di Taranto (TA)

FMC Ferentino: Guarino 12, Raymond 18, Musso 10, Radic 10, Imbrò 11, Gigli 13, Ianuale ne, Mastrangeli ne, Carnovali 7, Bertocchi ne, Benvenuti ne, Datuowei ne

Coach: Riccardo Paolini

Viola Reggio Calabria: Voskuil 14, Caroti 7, Fabi 9, Baldassarre 10, Gilbert 18, Taflaj ne, Babilodze ne, Marulli 7, Rossato 7, Guaccio, Guariglia 4, Pandolfi ne

Coach: Antonio Paternoster

 

Esordio dal primo minuto di gioco per il neo acquisto Rossato nel ruolo di guardia al posto di Voskuil non ancora al meglio. Pronti, via, ed è subito 7-0 di parziale per i padroni di casa con i 5 punti di uno scatenato Imbrò, i nero arancio riescono a ridurre il gap con le triple di capitan Fabi e di Rossato, 9-7 dopo 4′ di gioco. Ferentino non sbaglia un colpo, 5/6 da due e 2/2 da tre punti, percentuali altissime al tiro che le consentono di rimanere avanti nel match, primi punti per Baldassarre e Gilbert, 22-14. Sul -8 arriva la fiammata della Viola, break di 11-0 con i 5 punti del duo Voskuil-Marulli e le due triple di Fabi e Marulli per il sorpasso, 22-25. Secondo quarto: Dopo il canestro di Guariglia, i padroni di casa provano a rifarsi sotto, la tripla di Carnovali e la schiacciata di Radic ad avvicinare le due squadre, serve la tripla di Baldassarre a tenere a distanza i laziali, 31-36. Radic fa la voce grossa sotto canestro, glaciale Voskuil ad infilare la tripla che tiene ancora avanti i suoi, 37-42 a 1’40 dal termine. Sul finale Ferentino riesce ad accorciare e si va negli spogliatoi sul 41-42. Terzo quarto: Radic e Gigli realizzano punti fondamentali in area pitturata, Baldassare lotta come un leone nonostante un problema alla caviglia, la tripla di Guarino vale il sorpasso sul 55-53. Voskuil con il 4/9 dalla lunga punisce dalla difesa dei padroni di casa, Raymond porta i suoi sul +1. Quarto quarto: Black out Viola, due canestri consecutivi di Gigli per il 68-63 a 5’53” dal termine. Fabi e compagni non reagiscono, Imbrò e Raymond li puniscono con due triple consecutive, +11. Con la forza dell’orgoglio la Viola prova a riaprire la sfida con il gioco da tre punti di Gilbert e il canestro di Caroti, 74-71 a 1’56” alla fine. Tripla di Guarino ad allontanare la Viola, Caroti è l’ultimo ad arrendersi, ancora Guarino dalla lunetta (2/2) per il +6, la tripla di Gilbert vale il -3 a 34” dal termine. Sul possesso successivo Gilbert sbaglia la tripla della parità, Raymond chiude dalla lunetta (2/2), finisce 81-76.